Le 5 invenzioni della Nasa che ci hanno cambiato la vita

logo nasa

Non solo Space Shuttle esposti nei musei, telescopi a caccia di asteroidi o pianeti abitabili. Grazie alla Nasa e ai suoi esperimenti, anche noi, nella nostra vita quotidiana, beneficiamo di tante piccole invenzioni che ci hanno letteralmente cambiato la vita. Dal 1958 a oggi, dunque, l'agenzia spaziale ha avuto il suo bel da fare nello sperimentare e, in qualche modo, cambiare il normale evolversi delle nostre vite. E quelle che seguono sono solo cinque delle invenzioni che hanno modificato il nostro comune modo di pensare e il nostro stile di vita.

Materasso deformabile

Prima fra tutte le invenzioni, forse, è il caso di ricordare quella del materiale che “ricorda” la forma del nostro corpo. Realizzato in schiuma poliuretanica, è stato ideato nel 1966 presso l'Ames Research Center. Inizialmente lo studio era orientato a produrre dei sedili ergonomici per gli astronauti e le loro navicelle. Oggi lo stesso materiale è utilizzato per materassi, cuscini e calzature.

materasso corpo

L'aspirapolvere

Questo strumento nasce dalla collaborazione tra la Nasa e Black&Decker. L'idea era quella di produrre un trapano a batteria portatile. Era il 1969 e sarebbe servito per la missione Apollo. Una tecnologia, quella portatile, che è diventata con gli anni sempre più richiesta e necessaria. Tanto che oltre al trapano senza fili, è stata successivamente realizzata l'aspirapolvere. Messa a disposizione nel 1979, nei successivi anni '80 questa tecnologia è diventata un vero e proprio must.

aspirapolvere nasa

Mylar

Sviluppato nel 1950, Mylar è un materiale in alluminio, rivestito di plastica. È nato con l'obiettivo di proteggere i veicoli spaziali dai forti raggi solari e, per questo, è stato usato su tutti i voli spaziali che prevedessero equipaggio, ma anche sui satelliti come Hubble e i telescopi. Tale tecnologia è utilizzata anche per le mongolfiere, gli aquiloni e i rivestimenti di alcune case.

Mylar

Occhiali da sole in lega di titanio

Se usate degli occhiali da sole in lega di titanio, sappiate che l'idea è stata del dottor Keith Manuel, optometrista ufficiale della Nasa. Quando nel 1989 creò questo tipo di occhiali, non si pensava sarebbero diventati una vera e propria moda. Essi sono costituiti da un telaio in lega di titanio senza viti o cerniere visibili. E questo tipo di innovazione tecnologica oggi è la più utilizzata in almeno 40 modelli di occhiali da sole in commercio.

occhiali da sole titanio

Warp-10

Warfighter Accelerated Recovery by Photobiomodulation è un chip a diodi ad alta intensità di uscita della luce, creato per aiutare le piante a crescere sulle navette spaziali e sulla Iss. I chip in led sono utilizzati nei dispositivi portatili medici e consentono il sollievo temporaneo dei muscoli e dei dolori articolari. Questa tecnologia è oggi estesa al pubblico, sebbene inizialmente fu concepita come primo soccorso per i soldati.

warp10

Federica Vitale

Leggi anche:

- Asteroidi in avvicinamento? per distruggerli basta... colorarli

- 15 nuovi pianeti abitabili. 'Traffico' nella zona abitabile

- Le 10 invenzioni che tutti aspettano

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico