Dalla Francia, il primo transistor che riproduce le connessioni cervello umano

sinapsi

Il nostro sistema nervoso ha da sempre rappresentato lo standard d'eccellenza nelle ricerche sull'intelligenza artificiale, ma solo recenti risultati hanno realmente iniziato a riprodurre le complesse connessioni del cervello umano.

Gli scienziati francesi dell'Università di Lille, nonché l'agenzia National Science e la Commissione francese per l'energia atomica, sostengono infatti di aver creato il primo computer in grado di funzionare come le connessioni sinaptiche dell’uomo, risultato che potrebbe portare alla creazione di nuovi supporti perfettamente collegabili con i tessuti biologici.

Ma cosa sono le connessioni sinaptiche e in cosa consiste effettivamente la scoperta d'oltralpe?

Una sinapsi biologica è ciò che nel sistema nervoso converte un picco di tensione, proveniente da un neurone pre-sinaptico, in uno scarico di sostanze chimiche chiamate neurotrasmettitori, e che a loro volta divengono un nuovo picco di tensione in un neurone post-sinaptico. Gli scienziati hanno dunque ricostruito una versione artificiale di tale sistema utilizzando nanoparticelle d'oro, assieme ad uno strato di isolamento e a dei transistor organici semiconduttori, ricreando così con successo tali picchi di tensione.

Le preesistenti reti neurali artificiali, basate su chip di silicio, richiedevano almeno sette transistor per costruire una sinapsi artificiale, mentre solo uno di tali nuovi dispositivi può portare allo stesso risultato.

La scoperta, per quanto straordinaria, rappresenta tuttavia solo un nuovo, piccolo passo verso la creazione di dispositivi nanometrici che potranno in futuro replicare la complessa rete neurale. Del resto il cervello umano, che da solo può avere ben 100 miliardi di neuroni, può arrivare a sua volta a detenere complessivamente un numero di sinapsi anche 10.000 volte maggiore!

Alberto Marangio

Cerca