La casa del futuro si comanda col pensiero

pensiero

Comandare la propria casa col pensiero o con uno smartphone. Il fantascientifico progetto, finanziato anche dall’Unione Europea, è dei ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma e dell’Irccs Fondazione Santa Lucia.

La cosa più interessante però è che, se si trova un finanziatore, da un semplice prototipo presto potrebbe trasformarsi in realtà. “La tecnologia utilizzata - ha spiegato il coordinatore del progetto, Roberto Baldoni - è già tutta in commercio. Noi abbiamo sviluppato il software che la coordina l’interfaccia computer-cervello, che deve essere ancora perfezionata; il resto potrebbe entrare sul mercato anche subito, basterebbe trovare un investitore”.

Il progetto prevede che la casa venga comandata col pensiero mediante una cuffia (simile a quella per gli elettroencefalogrammi), oppure con uno smartphone. Attraverso un impulso cerebrale o un tocco sul cellulare si invieranno comandi a sensori e dispositivi, che permetteranno di eseguire azioni complesse. Per insegnare al sistema a riconoscere le onde cerebrali specifiche per ogni comando, però, bisognerà effettuare un’operazione di “taratura” che richiederà al massimo 15 minuti.

Una volta a regime, il sistema potrebbe realizzare azioni da film di fantascienza: con il semplice comando “cena”, ad esempio, il sistema ci proporrà diversi piatti, verificherà la presenza di tutti gli ingredienti necessari a preparare la ricetta scelta, e nel caso manchi qualcosa, invierà automaticamente un SMS alla (eventuale) badante per avvisarla.

Stiamo lavorando per aggiungere al sistema la possibilità di inviare email e SMS - ha dichiarato Massimo Mecella, del Dipartimento di Informatica e Sistemistica dell’Università la Sapienza - e di renderlo portatile, in modo da poterlo utilizzare, oltre che per comandare la casa, anche come comunicatore”.

Il costo del sistema per la casa comandata col pensiero è ancora sconosciuto, ma i costi iniziali sono ancora alti.

Antonino Neri

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico