pin

Il codice PIN? Roba vecchia ormai. Per superare i limiti tecnologici del dover memorizzare una sequenza di numeri per la sicurezza del nostro cellulare, Mauro Conti, ricercatore del Dipartimento di Matematica dell’Università di Padova e Bruno Crispo dell’Università di Trento, hanno messo a punto un metodo biometrico per sbloccare gli smartphone senza digitare il codice.

ion proton

Mappare l'intero genoma umano in sole 24 ore. Da oggi si può grazie al nuovo sequenziatore Ion Proton di Life Technologies, società con sede nel Connecticut, che ha presentato oggi il primo dispositivo in grado di fornire in un solo giorno l'intero DNA dell'uomo ad un prezzo tutto sommato modico, o low cost come si dice: 1000 dollari.

2011_salute

Fine dell’anno, tempo di bilanci. E per la cronaca, il 2011 è stato un anno veramente affascinante nel campo della biomedicina, così ricco di scoperte che è difficile stilare una classifica delle più rilevanti.

bombardamento_protonico

Si chiama adroterapia, l’innovativo tipo di trattamento contro i tumori sperimentato a Pavia, nel centro specializzato inaugurato il 15 Febbraio del 2010, ideato nel 2001 dal fisico Ugo Amaldi e voluto dall’oncologo Umberto Veronesi. A dieci anni dall’inizio di questo progetto il primo grande successo, ottenuto su un paziente malato di una rara forma di cancro alla base della testa, il quale ha completato il primo ciclo di cura.

cellule_riprogrammabili

Un team di ricercatori dell'Università di Nottingham sta conducendo un progetto ambizioso che potrebbe contribuire al diffondersi della biologia sintetica. Con l'aiuto di ricercatori di altre parti del Regno Unito, Stati Uniti, Israele e Spagna, gli studiosi stanno cercando di creare una cellula riprogrammabile che possa agire nel sistema operativo di un computer come una cellula in vivo.

chipDNA

Secondo Melissa A. Schilling, tra le più influenti e affermate ricercatrici in materie economico-organizzative e autrice di testi fondamentali quali “Gestione dell’innovazione”, l’innovazione stessa non è che una ricombinazione originale di dati elementari già noti. Per questo, sostiene, è importante, specie all’interno di un'organizzazione fortemente innovativa, costituire anche team eterogenei, ovvero formati da persone con diversi background.

Pagina 21 di 26

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico