Diabete: un chip che regola gli zuccheri

immagine

Un chip sottopelle che tiene a bada gli zuccheri nei pazienti diabetici. Monitora la glicemia, invia i dati a un ricevitore e regola così l’insulina da immettere nell’organismo tramite una pompa speciale.

Il sistema, molto più 'semplice' rispetto ai prototipi realizzati fino ad oggi, è stato messo a punto da alcuni bioingegneri dell’Università della California di San Diego, in collaborazione con la GlySens Incorporated. Già testato su degli animali, inoltre, il dispositivo "dovrebbe essere ora provato sui primi pazienti diabetici", spiegano i ricercatori guidati da David Gough, sulle pagine del Science Translational Medicine.

Il progetto su cui stanno lavorando gli esperti è 'simile' al pancreas artificiale per liberare i pazienti diabetici dalla schiavitù di misurarsi costantemente la glicemia. Tramite il chip "le informazioni sui livelli di zucchero presenti nel sangue vengono inviate via wireless al ricevitore", che regola così l’insulina che la pompa dovrà immettere nell’organismo.

"La registrazione dei livelli di glucosio nelle cavie si è rivelata un successo, ora speriamo di iniziare i primi test sull’uomo entro pochi mesi", spiega Gough. "Se tutto va bene anche con queste prove cliniche, possiamo anticipare l’arrivo sul mercato del dispositivo di diversi anni, consentendo ai pazienti di acquistarlo dietro prescrizione del medico".

Augusto Rubei

Cerca