Medicina rigenerativa: brevettate le nanoparticelle che ricostruiscono le ossa

ossa nanoparticelle

Nasce dalla collaborazione tra l'Istituto di Scienza e tecnologia dei materiali ceramici Istec-Cnr e Finceramica la nuova frontiera della medicina rigenerativa: si tratta di nanoparticelle magnetiche in grado di ricreare il tessuto osseo.

Brevettate da Istec e Finceramica, le nuove nanoparticelle magnetiche a base di idrossiapatite promettono grandi risultati. Alla base, alcuni studi che avevano l'obiettivo di sviluppare dei dispositivi medici innovativi e impiantabili capaci di rigenerare tessuto osseo e osteo-cartilagineo danneggiato per via di vari fattori.

Tali particelle non fanno altro che imitare il comportamento della componente ossea dei tesutti. Le prove finora effettuate hanno mostrato che esse si sono rivelate sicure e tollerate dall'organismo che non le rigetta ma le riconosce come proprie, avendo la stessa composizione chimica dell'osso.

A cosa serviranno? La loro applicazione riguarda soprattutto il settore oncologico. Dispositivi di questo tipo, una volta impiantati, potrebbero aiutare ad effettuare la diagnosi precoce di alcuni tipi di tumori o ancora potrebbero facilitare la somministrazione di terapie volte alla distruzione delle cellule tumorali.

Basta iniettarle nella massa cancerosa. Poi, una volta sottoposte al campo magnetico tali minuscole particelle raggiungono una temperatura compresa tra i 42 e i 46°C colpendo in maniera selettiva le cellule tumorali senza danneggiare quelle sane e minimizzando gli effetti collaterali.

Nonostante le buone premesse, saranno necessari altri studi. Finceramica infatti ha dato il via all'iter medico-scientifico che comprende ad esempio la valutazione di fattibilità del progetto, la presa in carico del brevetto e la fase pre-clinica con studi tossicologici e verifiche della biocompatibilità. Poi, si passerà alla sperimentazione clinica.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Il Metodo Stamina funziona? Intervista doppia a Vannoni e De Maria

- Cellule staminali: premio Nobel alla medicina rigenerativa

- Metodo Stamina: protocollo consegnato. Al via la sperimentazione

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico