Parkinson: un'app farà la diagnosi

app parkinson

Parkinson, un'applicazione potrà monitorare la malattia. Utilizzando alcune funzionalità di cui sono ormai dotati gli smartphone, gli accelerometri e i giroscopi, un team di ricercatori bolognesi ha realizzato un'app in grado di misurare i movimenti rettilinei e di rotazione.

Grazie ai sensori, è dunque possibile valutare se un soggetto ha problemi di equilibrio e di deambulazione, al pari dei classici test diagnostici sull’abilità a cammminare e stare in piedi cui sono sottoposti gli anziani.

L'app infatti simula un test molto usato, il “Time up and go”, in cui al paziente viene chiesto di alzarsi in piedi, di fare qualche passo e di tornare indietro per rimettersi seduto. Così, dopo aver confrontato i risultati ottenuti grazie all'app e quelli degli strumenti diagnostici, gli esperti hanno confermato la loro similarità: "Le misurazioni dei due apparecchi sono risultate praticamente sovrapponibili, e le discrepanze su molti dati trascurabili. L’accelerometro dello smartphone, insomma, fa un lavoro egregio e a nostro giudizio può essere davvero usato in questo tipo di test" ha spiegato Lorenzo Chiari, professore di bioingegneria elettronica ed informatica dell'ateneo bolognese.

Durante il test, i sensori dello smartphone attraverso un meccanismo molto semplice, captano anche i più lievi movimenti, segnalando eventuali anomalie. Secondo l'esperto, l'utilizzo dell'applicazione "potrebbe essere esteso anche ad altri tipi di esame. Proprio in questi giorni stiamo discutendo con fisioterapisti interessati a monitorare l’effetto dei loro trattamenti. Allo stesso modo si potrebbe valutare intensivamente e ovunque l’efficacia di terapie chirurgiche o farmacologiche volte a migliorare la mobilità".

L'applicazione infatti potrebbe essere molto utile anche nella diagnosi precoce del Parkinson.

La ricerca è stata pubblicata su Gait & Posture.

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico