Le 5 cose da sapere sui sogni

sogni

Quando andiamo a letto e la nostra testa si appoggia al cuscino, basta poco e i sogni si impossessano di noi. I sogni. Argomento di studio di molte ricerche, oggetto di interesse di molte nostre curiosità. E poi capita che, al mattino, quel sogno non lo si ricordi o che, al contrario, lo si ricordi fin nei minimi dettagli. Perché? E gli incubi che, secondo alcuni, sono semplicemente il segnale di ciò che ci turba nella realtà, cosa rappresentano realmente? Fenomeni misteriosi ancora avidi di spiegazioni, i sogni sono campo di ricerca per numerosi scienziati. Forse alcune risposte sono vicine, altre probabilmente rimarranno custodite dalla nostra mente e dai suoi meccanismi.

Ecco, dunque, una lista di cinque curiosità riguardanti i sogni che, forse, non risponderanno a tutte le nostre domande, ma sicuramente soddisfaranno alcuni quesiti. E ci inviteranno a porci altre domande. E così via.

I sogni violenti sono un segnale d'allarme

Durante la fase REM, ossia quel momento del sonno profondo che provoca disordinati movimenti del corpo, spesso si intrufolano tra i sogni anche gli incubi. Accompagnati da comportamenti violenti (quali pugni, calci e urla), gli incubi e la loro violenza sono, per alcuni ricercatori, il segnale d'allarme di malattie gravi, come il morbo di Parkinson e la demenza. Questi disturbi neurodegenerativi dovrebbero essere segnalati tempestivamente agli esperti.

I nottambuli hanno più incubi

Stare svegli fino a tardi ha i suoi vantaggi, ma sognare stravaganze non è sicuramente uno di questi. Secondo alcuni studi, i nottambuli hanno più probabilità di sperimentare incubi. Nello studio, si sono presi in esame 264 studenti universitari e si sono valutate le frequenze con cui hanno vissuto incubi su una scala da 0 a 4. Ne è emerso che la colpa pare debba essere data al cortisolo, l'ormone dello stress, che ha un picco al mattino poco prima che ci si svegli, un momento tipico durante il quale le persone sono più inclini ad attraversare la fase REM del sogno e del sonno. Se in quel momento si sta ancora dormendo, l'aumento del cortisolo potrebbe innescare sogni vividi o incubi.

Gli uomini e il sesso

È soprattutto nelle loro ore precedenti del risveglio che gli uomini sognano il sesso più frequentemente rispetto alle donne. E confrontando i racconti degli uomini sperimentati la mattina, ne è emerso che nello stesso momento le donne hanno maggiori probabilità di avere incubi. I sogni e gli incubi delle donne, quindi, possono essere raggruppati in tre categorie: sogni paurosi spesso dovuti a qualcosa di reale, sogni che comportano la perdita di una persona cara e, infine, sogni confusi.

È possibile controllare i nostri sogni

Sembra che l'unica possibilità di fare dei sogni distinti, lucidi e semi reali sia quella di giocare ai videogiochi. Trascorrere molte ore nella realtà virtuale, infatti, aiuterebbe a controllare gli ambienti in cui ci si muove e questa abilità può tradursi in sogno. Una ricerca ha dimostrato che le persone che spesso giocano ai videogiochi hanno più probabilità rispetto ai non-giocatori di avere sogni lucidi, nei quali è possibile decifrare corpi e situazioni e, non da ultimo, tali soggetti sarebbero anche maggiormente in grado di influenzare i loro sogni. Una capacità, questa, che potrebbe aiutare i veterani di guerra che soffrono di disturbi post-traumatici da stress.

Perché sogniamo

Gli scienziati si chiedono da tempo immemore perché si sogna. E nemmeno le risposte di Sigmund Freud, ossia che i sogni siano dei viaggi malinconici provocati dagli effetti della fase REM, sembrano averli placati. Alcune ricerche hanno rivelato che i nostri sonnellini potrebbero aiutarci a risolvere gli enigmi che ci hanno afflitto durante le ore diurne. Gli aspetti visivi e spesso illogici dei sogni sembrerebbero perfetti per una necessaria quanto utile decodificazione dei problemi da risolvere. Così, mentre i sogni sviluppano situazioni e sono stati originariamente sviluppati per altri scopi, ora sono probabilmente la naturale evoluzione e perfezionamento nel tempo e, tra i nuovi obiettivi, ci sarebbe proprio quello di aiutare il riavvio del cervello e aiutarlo a risolvere i problemi.

Federica Vitale

Leggi anche:

- possibile registrare i nostri sogni

- I sogni possono essere spiati

- Gli scienziati sanno come spiare i nostri sogni

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico