La riproduzione nello spazio: sesso cosmico? Meglio di no

sesso_spazio

Cosa succederebbe se si riuscisse a fare sesso nello spazio? Scenari incredibili, assicura un articolo recentemente pubblicato sul Journal of Cosmology.

Da mesi la Nasa è alle prese con la realizzazione di un programma spaziale che ha dell'incredibile: un viaggio su Marte senza ritorno. Una vera e propria colonia umana sul pianeta rosso, durante la quale gli astronomi sarebbero costretti a riprodursi in condizioni anomale. Quelle offerte dallo spazio, appunto.

E il risultato? A prendere in considerazione l'idea è stato un team di giovani ricercatori, che ha pensato di ricreare in laboratorio le condizioni di microgravità registrando le conseguenze sugli embrioni del 'Danio rerio', conosciuto comunemente come Pesce zebra, un piccolo pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae.

Durante gli esperimenti realizzati dentro uno speciale bioreattore in grado di imitare la microgravità durante lo sviluppo delle uova fecondate, sono state notate alcune anomalie nella cresta neurale delle cellule che sviluppano la cartilagine e le ossa craniche.

Quando le uova si sono schiuse, infatti, i ricercatori hanno macchiato alcune delle cartilagini del cranio dei pesci e hanno scoperto che le parti di cartilagine che supportano le branchie, corrispondenti in qualche modo alla mandibola umana, apparivano modificate.

Supponendo che la stessa cosa possa avvenire in un embrione umano, lo 'spacebaby' come l'hanno definito (ossia il bebé spaziale) potrebbe non aver alcun difetto, ma ciò non potrebbe essere garantito per le generazioni successive.

La microgravità, dunque, non sarebbe un ambiente favorevole per lo sviluppo della prole. Ok al 'famolo strano', ma dimenticate lo spazio.

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico