Google-Ue: pace fatta. Big G apre ai concorrenti

ue google

Google-Ue, la battaglia che dura ormai da tre anni, sembra essersi conclusa a favore del colosso informatico. Dopo ultimatum, verifiche e minacce, Big G ha cercato la via della conciliazione e ha offerto alla Commissione europea una migliore proposta di impegni nell'ambito dell'inchiesta antitrust in corso sulla ricerca online e la pubblicità.

Nella sua proposta, Google ha ora accettato di garantire che ogni volta che promuoverà i propri servizi di ricerca specializzati sulla propria pagina web (ad esempio per prodotti, alberghi, ristoranti), i servizi di tre concorrenti (Foundem, eJustice e Ciao), selezionati attraverso un metodo obiettivo, saranno visualizzati in modo che siano chiaramente visibili agli utenti e in modo non penalizzante. Questo principio si applica non solo ai servizi di ricerca specializzati già esistenti ma anche ai cambiamenti nella presentazione di tali servizi e per quelli futuri.

Che significa? Nella pratica, secondo quanto si legge nel comunicato dell'Ue, Google darà ai fornitori di contenuti una grande varietà di utilizzo nei servizi di ricerca specializzati del motore di ricerca, se lo desiderano. senza essere in alcun modo penalizzati. Inoltre, Google eliminerà i requisiti di esclusività negli accordi con gli editori per la fornitura di pubblicità di ricerca e le restrizioni alla possibilità per le campagne di search advertising di essere eseguite su piattaforme concorrenti.

Il vicepresidente della Commissione, responsabile della politica di concorrenza, Joaquín Almunia, ha commentato: “La mia missione è quella di tutelare la concorrenza a vantaggio dei consumatori”. E continua: “Credo che la nuova proposta ottenuta da Google dopo lunghe e difficili trattative possa ora rispondere alle preoccupazioni della Commissione senza impedire a Google di migliorare i propri servizi e fornire agli utenti una reale possibilità di scelta tra i servizi concorrenti presentati in modo comparabile”.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Google-Ue, intesa vicina per evitare maxi-multa

- Google, partono le verifiche dell'Antitrust Ue

- Google: la Commissione Europea lancia un ultimatum

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico