L'elettronica del futuro si ispira al cervello

cervello elettronica

Il cervello è una macchina complessa ma al tempo stesso molto efficiente. A questo misterioso organo vorrebbe ispirarsi la tecnologia del futuro. Smartphone e tablet ma anche veicoli spaziali e computer potrebbero imitare il cervello umano, un groviglio di reti neurali che funzionano attraverso impulsi elettrici.

Occorre però conoscerne a fondo il funzionamento. Per questo, da qualche anno è partito lo Human Brain Project, col compito di capire con precisione i meccanismi che permettono a tale organo di essere così efficiente e di regolare un sistema altrettanto complesso come il corpo umano.

Al progetto, finanziato dall'Ue, sta lavorando anche un gruppo di ricercatori dell’Università di Firenze coordinati da Francesco Pavone, che ha illustrato lo stato dei lavori al convegno "Dagli atomi al cervello. Le scienze di base per la comprensione delle funzioni del cervello" organizzato dal Politecnico di Milano.

Il team di studio del Laboratorio europeo di spettroscopia non lineare (Lens) di Sesto Fiorentino, sta contribuendo allo Human Brain Project con lo scopo di ricreare un super cervello artificiale.

L'utilità è presto detta. Il nostro cervello è il massimo dell'efficienza energetica compiendo operazioni dispendiose, ma utilizzando bassissime quantità di energia. Capire cosa sta alla base di questo meccanismo servirà agli scienziati a creare un nuovo modo di approcciarsi alle tecnologie, ideando sistemi migliori rispetto a quelli attualmente esistenti.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Human Brain Project: ecco come i computer imiteranno il cervello

- Cervello: impossibile riprodurlo artificialmente. Ecco perché

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico