Shell: entro il 2070 finirà l'era del petrolio

Entro il 2070 la popolazione mondiale potrà vivere senza petrolio: la previsione giunge da una delle più grandi multinazionali operante nel settore del greggio, dell'energia e della petrolchimica, la Shell.

"Per il 2070, il mercato su strada il passeggero potrebbe non ricorrere più all'ausilio del petrolio", si legge in un recente studio intitolato “2013 Shell Lens Scenarios” e riportato dalla rivista Mother Nature Network.

Lo stupore è talmente grande, che persino la Motley Fool, tra le compagnie più accreditate nel fornire soluzioni finanziarie agli investitori, scrive: "Sembra quasi impossibile che una compagnia petrolifera abbia la pretesa di dire che i veicoli elettrici saranno il trasporto predominante in futuro, ma la Royal Dutch Shell sta porprio dicendo questo".

Secondo l'azienda anglo-olandese, il primo fattore determinante a far cadere a picco la necessità di usare il petrolio sarà la crescente urbanizzazione che porterà sempre più persone a vivere in città e a usare mezzi pubblici sempre più efficienti.

Poi la forte diffusione che avrà l'elettricità, e l'idrogeno, mentre i combustibili oggi in uso subiranno il loro declino a partire dal 2035. Bisognerà fare i conti anche con lo sviluppo delle normative anti-CO2, sempre più stringenti in Europa quanto negli Stati Uniti, e presto in Cina.

L'alternativa? Per Shell non saranno tuttavia le fonti rinnovabili, quanto in particolare l'idrogeno, che "ha le potenzialità per dominare il mondo a prezzi accessibili. I veicoli ibriti o ad idrogeno - si legge nel dossier della compagnia - possono infatti offrire il massimo in termini di flessibilità ed efficienza".

Come ci si attendeva, le voci fuori coro a pochi giorni dalla pubblicazione del rapporto sono state molte. La prima risposta è giunta dal colosso britannico British Petroleum, a cui risulta "impossibile" un crollo delle commercializzazioni di auto a benzina o diesel, a fronte di un boom economico legato ai veicoli elettrici e ad idrogeno.

Secondo i dati di BP il totale delle auto elettriche e ibride sarà appena il 4% del totale mondiale entro il 2030, mentre secondo Exxon al 2040 questa percentuale potrà salire non oltre il 5%, comprendendo anche le auto a gas naturale.

Capablanca

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Google punta sull'energia rinnovabile

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico