Il Wi-fi made in Google in Africa e Asia

google internet

Portare le reti wireless nei mercati emergenti, in Asia, nell'Africa sub-sahariana e negli altri paesi in via di sviluppo. Potrebbe essere questa la prossima missione di Google, che potrebbe finanziare e costruire le reti wireless sperando di collegare un miliardo di persone. Ma da Mountain View nessuna conferma.

Per farlo, il colosso informatico potrebbe utilizzare dei dirigibili capaci di fornire la connessione wireless dall'alto a zone ancora oggi prive di copertura. L'indiscrezione è stata diffusa dal Wall Street Journal, secondo cui le nuove reti wireless targate Google servirebbero aree come l'Africa sub-sahariana e il Sud-Est asiatico dove le connessioni Internet via cavo non sono ancora disponibili. Le reti potrebbero inoltre essere utilizzate per migliorare la velocità di Internet in centri urbani.

La possibilità concreta è che Google possa instaurare una collaborazione con le imprese locali di telecomunicazioni e con i fornitori di attrezzature dei mercati emergenti per sviluppare le reti, creando dei modelli di business in quelle aree. Ma non è ancora chiaro se Google si sia già mosso in questo senso. Un portavoce di Google ha rifiutato di commentare.

È possibile che Google proponga di utilizzare le onde radio riservate alle trasmissioni televisive, che a frequenze più basse possono passare attraverso edifici e per lunghe distanze. Ma solo se i governi accorderanno tale permesso.

Sembra inoltre che Google stia lavorando anche sulla fornitura di cellulari a basso costo. La società ha già avviato diversi studi su piccola scala, ad esempio a Città del Capo.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Take Action: la petizione di Google per il web libero

Foto: Wired

Cerca