Egloo: le candele in terracotta che riscaldano gli ambienti

eglocover

Riscaldare una stanza con sole quattro candele? Sarà possibile grazie ad Egloo, una nuova invenzione concepita per contrastare il continuo spreco di elettricità che viene utilizzata per il riscaldamento degli ambienti domestici, offrendo, come soluzione, un sistema basato su una candela che assicura un'energia più economica ed ecologica, grazie alla terracotta che immagazzina il calore e lo rilascia in modo lento e graduale attraverso le radiazioni, anche dopo che la candela si è spenta.

Egloo è composto da quattro elementi: la base, la griglia e le due cupole. La base offre uno spazio per il posizionamento delle candele che, una volta accese, riscaldano le cupole. C'è poi una griglia di metallo collocata sulla base, che serve come supporto per le cupole. Assicura uno spazio libero per far entrare l'aria, necessaria alla combustione delle candele. Per il buon funzionamento di Egloo sono necessarie solo quattro candele. Con una durata media di cinque ore sono sufficienti a riscaldare una stanza di 20mq. La cupola più sottile, collocata al centro sulla base, accumula una grande quantità di calore che viene rilasciato verso la cupola esterna.

In fase di progettazione, il primo passo è stato quello di creare una forma attraverso degli abbozzi, in modo tale da produrre il miglior modello possibile, in termini estetici. Nella fase successiva, quella del modellamento, lo studio delle forme è stato rifinito, valutando i volumi e prendendo in esame la forma dell'insieme, per raggiungere il modello più preciso, pronto per diventare un prototipo.egloo1Nella terza fase sono stati realizzati a mano diversi prototipi, per verificarne e migliorarne le caratteristiche. Alla fine è stata creata la matrice attraverso una stampa 3D. Dalla matrice si è infine eseguito il calco per la definitiva realizzazione di Egloo, che è disponibile in tre versioni: naturale, colorata e smaltata.

candeleegloo

egloo3

Utilizzare Egloo è semplice. Richiede solo il posizionamento delle quattro candele sulla base e l'inserimento della griglia sulla quale vanno collocate le cupole. Dopo solo cinque minuti Egloo è pronto. La presa d'aria della cupola esterna facilita la fuoriuscita dell'aria calda immagazzinata all'interno, favorendo uno scambio termico con l'ambiente circostante.

I primi prototipi sono stati costruiti artigianalmente e poi verniciati a mano. I produttori, per una diffusione di Egloo su un ampio mercato, sono in contatto con vari fornitori, per la realizzazione delle singole parti, e con una rete di distributori a livello internazionale. Per la produzione su larga scala il colore finale verrà direttamente mescolato con la terracotta, per avere una colorazione perfettamente omogenea e componenti più resistenti alle alte temperature.