×

Errore

Error the gallery with an id of: 98 is not published

Scacchi in carne ed ossa: i ritratti di Francesco Ridolfi

cover scacchi

Scacchi in carne ed ossa, che prendono vita in una serie di ritratti realizzati dal fotografo bolognese Franceso Ridolfi. Una galleria di sguardi e gestualità raffinate, soprattutto nei costumi.

Il bianco e il nero dai due volti, un pedone raffigurato da un’amazzone agguerrita. Poi la corte, i due reali: re e regina raggianti, maestosi ed enigmatici.

La serie fotografica si chiama “Chess Portraits”, Ridolfi ha impiegato 9 mesi per metterla in piedi. Nel suo blog racconta di essere “da sempre appassionato” al gioco degli scacchi. Ad insegnarglielo fu suo padre, quando era ancora bambino.

In realtà però, spiega ancora nel suo blog, “il progetto prende vita principalmente dalla possibilità di esplorare luci ed ombre dell’animo umano grazie alla divisione in Bianchi e Neri, che il gioco propone".

"Gli scacchi, con le loro 6 differenti figure, propongono poi una serie di archetipi con i quali potersi confrontare, per fare emergere aspetti e sfaccettature diverse dell’animo umano e del carattere”.

Ecco le sue immagini:

Ecco quindi “la possibilità di ritrarre il medesimo personaggio e pezzo della scacchiera, come Bianco e come Nero. Sottolineando così aspetti contrapposti che spesso convivono in ognuno di noi”.

Ridolfi spiega inoltre di essre stato agevolato nel suo lavoro da “un lungo casting” che gli ha “poi permesso di trovare i volti più adatti per ognuna delle singole figure della scacchiera". La mostra è visitabile direttamente sul sito web www.chessportraits.com.

Capablanca

Foto: Francesco Ridolfi

Leggi anche:

- Pifa 2013: al via il Premio italiano di Fotografia Astronomica. Ecco come partecipare

Cerca