Computer virtuale: a scuola con l'e-learning

computer_virt

Con Computer Virtuale, Deltaeffe lancia un innovativo servizio di cloud computing (l'utilizzo di risorse hardware o software distribuite in remoto), permettendo alle scuole di essere all'avanguardia e attente ai costi e all’ambiente.

Computer Virtuale, pensato appositamente per le esigenze degli istituti scolastici e delle università e basato sulla “nuvola virtuale” di Telecom, è un progetto per informare gli studenti sui giusti comportamenti in rete. Con Computer Virtuale studenti e professori potranno condividere progetti, lavorare e studiare in gruppo, sia da casa che a scuola, permettendo lo sviluppo di tecniche didattiche innovative come l’e-learning.

Computer Virtuale è un prodotto di hosting completo, personalizzabile e totalmente flessibile: consente di creare infiniti desktop all’interno della nuvola virtuale Telecom, ai quali si potrà accedere da qualsiasi luogo in modo affidabile, veloce e sicuro. Il sistema non comporta alcun costo di manutenzione e consente di risolvere il problema del rapido invecchiamento delle infrastrutture. La macchina virtuale, che evita la perdita dei dati normalmente causata da guasti o furti dell'hardware, permette inoltre di abbattere i costi di software e hardware, andando incontro alle esigenze di scuole e università, spesso condizionate da budget molto ridotti.

Il canone viene incluso nella bolletta Telecom, e rappresenta quindi un costo di esercizio che non richiede finanziamenti. Il sistema operativo ed i software utilizzati sono tutti open source. Computer Virtuale, consentendo a più persone di accedere al proprio pc dallo stesso terminale, rispetta anche l’ambiente.

È stato infine stipulato un accordo specifico con Davide.it, un servizio di “filtraggio” che permetterà un accesso sicuro ai contenuti da parte dei ragazzi. Deltaeffe avvierà con le scuole aderenti un progetto di alfabetizzazione ad un uso responsabile di internet, per sensibilizzare gli studenti sui pericoli e sui giusti comportamenti da adottare sulla rete.

Antonino Neri

Cerca