Eruzione solare: scampato pericolo per la Terra

eruzione solare gennaio 2014

Ci siamo. La tempesta geomagnetica ha raggiunto la Terra ieri sera, attorno alle 20.32. Il suo arrivo, inizialmente previsto per la mattinata di ieri, ha avuto luogo qualche ora più tardi.

Secondo il Noaa, è ancora troppo presto per stimare la struttura magnetica di questa CME. La previsione originale della tempesta era di G3 (Forte) e le particelle solari hanno viaggiato ad una velocità di 2 mila chilometri al secondo, comprimendo la magnetosfera terrestre.

La macchia AR 1944 sta mostrando alcuni segni di decadimento e nelle ultime 48 ore lo Space Weather Prediction Center ha osservato la riduzione delle eruzioni dalla regione. Per questo, salvo cambiamenti, non sono previste ulteriori eruzioni dalla stessa macchia.

Nessuna conseguenza grave ma solo un picco di aurore boreali alle alte latitudini. In Europa ad ammirarle sono stati gli abitanti della Svezia e della Norvegia ma il cielo a colori è stato visto anche da Russia, Scozia ed Estonia. Ecco le aree dove le aurore sono state ben visibili:

Aurora Map N Aurora Map S

Ecco il video della Nasa che mostra l'espulsione di massa coronale dalla macchia.