Scoperto un asteroide che contiene acqua

asteroide acqua

Scoperto un asteroide distante dalla Terra 150 anni luce contenente tracce d'acqua. Il corpo roccioso si trova nei pressi di una stella morente e ciò dimostrerebbe che una vasta gamma di stelle potrebbero ospitare materiale roccioso ricco di acqua, elemento chiave per la presenza di un pianeta abitabile.

Jay Farihi dell'Università di Cambridge e i suoi colleghi avevano cercato per diversi anni i segni di pianeti rocciosi e gli ingredienti adatti alla vita attorno alle nane bianche. Queste ultime sono gli astri che attraverso le ultime fasi della loro vita e sono caratterizzate da dimensioni ridotte, simili a quelle della Terra, ma da una massa fino a otto volte quella del Sole.

Esse sono dei laboratori naturali per lo studio della composizione degli esopianeti visto che per via della loro attrazione gravitazionale esse godono della compagnia di asteroidi e pianeti minori. I resti di tali corpi sono relativamente facili da rilevare visto che inquinano l'atmosfera incontaminata di una nana bianca.

Partendo da tali presupposti, il team si è concentrato sulla nana bianca GD 61. Le precedenti osservazioni avevano rivelato un disco di detriti rocciosi in orbita attorno ad essa e l'abbondanza di ossigeno nella sua atmosfera, tutti indizi della presenza d'acqua.

Usando lo spettrometro ad ultravioletti a bordo del telescopio spaziale Hubble, il team ha stimato in maniera più precisa il contenuto di ossigeno. Utilizzando i dati degli altri elementi misurati dal Keck Observatory sulla cima del Mauna Kea alle Hawaii, il team ha calcolato scoperto che una parte dell'ossigeno presente potrebbe essere legato alla presenza d'acqua o di materiale carbonioso .

La nana bianca, tuttavia, contiene molto poco carbonio, lasciando l'acqua come l'unica possibile fonte di l'abbondanza di ossigeno, secondo Farihi. Il team ha ipotizzato che il disco di detriti che circonda GD 61 è stato generato da un singolo oggetto le cui dimensioni sono simili a quelle dell'asteroide Vesta, che ha un diametro di circa 500 km . Esso potrebbe possedere il 26% d'acqua.

Una prova in più del fatto che la vita, nell'universo, è possibile.

Francesca Mancuso

Foto: Warwick University

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Trascinare l'asteroide fino alla Luna e poi distruggerlo: l'idea della Nasa

- Comete, eclissi ed asteroidi del 2013

- La Nasa si prepara alla caccia all'asteroide

Cerca