×

Errore

Error the gallery with an id of: 73 is not published

Perseidi: le immagini dal mondo delle stelle cadenti

perseidi immagini

Lo spettacolo delle stelle cadenti Perseidi è un appuntamento consueto, dovuto al fatto che lo sciame di meteore è annuale ed estremamente regolare. Esso può essere visibile per settimane nel cielo di fine estate, a seconda del tempo e della posizione in cui ci si trova.

Lo sciame di meteore delle Perseidi è così chiamato perché proviene dalla costellazione di Perseo. Si tratta, in realtà, di un'utile convenzione di denominazione, ma non molto precisa. L'origine della pioggia meteorica delle Perseidi è, infatti, il lascito di detriti della cometa Swift-Tuttle. Ogni anno la Terra passa attraverso la nube di frammenti lasciati da questa cometa e l'atmosfera terrestre è bombardata da tali oggetti, dando luogo al fenomeno delle "stelle cadenti".

E anche quest'anno le Perseidi non ci hanno deluso. Come testimoniano le numerose immagini provenienti da ogni parte del mondo. Fotografie scattate da professionisti, ma anche da appassionati che non hanno voluto mancare all'appuntamento tanto atteso.

Quest'anno, inoltre, la visibilità (e tempo permettendo in alcune zone) non è stata disturbata dalla luna, presente solo con una sottile falce. E per il modo in cui il nostro pianeta colpisce questa nuvola di detriti, la pioggia di meteore è risultata molto più visibile nell'emisfero settentrionale. Basti pensare che quanti vivono in Canada, per esempio, hanno avuto la possibilità di assistere alla pioggia di meteoriti già da metà luglio, ma in generale non c'è molta attività in quel periodo dell'anno.

Mentre in tutta Europa, negli Stati Uniti e nel resto del Nord America, l'attività si intensifica regolarmente ormai nei giorni attorno al 12 agosto, quando non è raro vedere almeno 60 meteore all'ora striare il cielo di nord-est. Le meteore sono certamente brillanti, ma sono oggetti in realtà molto piccoli, di solito non più di un granello di sabbia. Tuttavia, mentre viaggiano ad una velocità fino a 71 chilometri al secondo, queste piccole particelle regalano un meraviglioso spettacolo brillante.

Il posto migliore per osservarle è al buio, lontano dall'inquinamento luminoso e con la Luna fuori dal campo visivo. Mentre sono per lo più visibili ad occhio nudo, le Perseidi annuali possono essere ammirate anche con un binocolo o mediante una fotocamera con una lente telescopica. Sebbene gli esperti consigliano, di solito, di dimenticare il telescopio e semplicemente guardare in alto in direzione nord-est.

Per fotografare l'evento annuale, invece, una fotocamera digitale montata su un treppiede aiuta a rendere stabili le immagini degli oggetti che si muovono velocemente attraverso il cielo. Per il resto, quel che occorre è, oltre tanta fortuna, avere una macchina fotografica orientata verso l'infinito e, se lo consente, lasciare l'otturatore aperto per diversi minuti per ottenere effetti fotografici spettacolari.

Ed ecco quel che amatori ed esperti di ogni parte del mondo ci hanno regalato.

Se anche tu riesci a scattare delle belle foto del cielo, partecipa gratuitamente al Pifa, il Premio Italiano di Fotogragfia Astronomica organizzato da NextMe. Leggi il Regolamento

Federica Vitale

Leggi anche:

- Ecco le stelle cadenti da osservare in queste notti

- Le stelle cadenti in arrivo nei prossimi giorni

Cerca