Le stelle cadenti in arrivo nei prossimi giorni

perseidi

Il culmine delle magie estive è vicino. È noto come le notti di metà e fine luglio e quelle della prima metà di agosto siano ricche di eventi astronomici degni di nota.

La pioggia di stelle cadenti della notte di San Lorenzo è attesa per il 12 agosto e il 13 agosto. E quest'anno la Luna non dovrebbe rischiarare il cielo in quel periodo, agevolando in questo modo la visione da parte di appassionati e cacciatori di stelle.

Come tutti sanno, il nostro pianeta è soggetto all'incontro con le la più densa attività meteoritica nella seconda parte di ogni anno. E le ore migliori per garantire una visione ottimale sono quelle dopo il tramonto e quelle che precedono l'alba.

Comunemente, si parla di “stelle cadenti”, ma altro non sono che frammenti di polveri vaganti nel cosmo che incontrano la nostra atmosfera. Infiammandosi. La loro velocità, infatti, è tale che l'energia prodotta dal loro movimento si converta in calore. Si parla di una velocità compresa tra gli 11 e i 17,7 chilometri al secondo e si deve al fenomeno della ionizzazione la formazione delle suggestive "creature" che ce le fanno sembrare, appunto, “cadenti”.

Il numero di meteore che si riesce a vedere in un'ora è variabile e dipende dal luogo che si sceglie per osservarle. Si consiglia sempre di spostarsi lontano dalle città e di andare in zone poco illuminate. Tuttavia, che sia ad occhio nudo o con un binocolo, la fortuna gioca un ruolo decisamente importante.

Le Perseidi garantiranno all'osservatore esperto o meno uno sciame meteoritico di diversi colori, velocità e traiettorie. Per quanto riguarda le Delta Aquaridi, attese dallo scorso 28 luglio, queste sono state caratterizzate da meteore di modesta velocità. Mentre le Alpha Capricornids e le Kappa Cygnids regaleranno agli osservatori meteore giallastre, simili a sfere di fuoco. Questi sciami saranno ben visibili nelle prime ore notturne, tra l'1 e le 3 di notte. E basterà decifrare nel cielo le costellazioni dell'Acquario e del Capricorno.

E la Luna? Il nostro satellite si troverà nella sua fase calante. La sua luminosità, dunque, dovrebbe interferire con l'osservazione delle stelle. Ad ogni modo, dopo il 5 agosto, si passerà alla fase crescente, rendendo più semplice andare a caccia di... desideri!

Federica Vitale

Leggi anche:

- Ecco le stelle cadenti da osservare in queste notti

- Cielo di luglio: torna il triangolo estivo insieme alle stelle cadenti

Cerca