Ison: sara' la cometa del secolo o un flop?

Ison maggio

La Cometa Ison si sta avvicinando sempre di più al Sole e di conseguenza alla Terra. Ma per gli scienziati quella che potrebbe essere considerata la cometa del secolo potrebbe anche essere un flop. Impossibile prevederlo con precisione.

Quando è stata avvistata per la prima volta, lo scorso settembre da due astrofili russi, Isone si trovava a circa un miliardo di chilometri di distanza dal Sole. Allora la sua luminosità era di circa 18° di magnitudine, circa 100.000 volte più debole della più stella meno visibile ad occhio nudo.

Ma anche allora, Ison era apparsa molto luminosa anche se si trovava a grande distanza dal Sole. Il suo massimo avvicinamento è previsto per il 28 novembre 2013 quando, se non ci saranno sorprese, Ison potrebbe diventare talmente luminosa da eguagliare una luna piena.

Ma se accadesse ciò che è successo alla cometa Kohoutek? Esattamente 40 anni fa, tale cometa fu scoperta durante la sua fase di avvicinamento al Sole, anche se ancora molto distante. La sua rotta, secondo i calcoli di allora, l'avrebbe portata ad un incontro ravvicinato col Sole a fine dicembre 1973.

Come Ison, anche Kohoutek avrebbe dovuto stupire, promettendo di essere 100 volte più luminosa di Venere. Essa, inoltre, era stata soprannominata guardcaso "la cometa del secolo", ma alla fine, Kohoutek si rivelò una delusione, tanto da essere ribattezzata ironicamente “Ko-bufala-tek”.

Intanto, nel corso degli ultimi mesi l'astronomo Faustino Garcia ha sviluppato le "observadores-cometas" ossia delle curva di luce per simulare percorso e luminosità di Ison. Quest'ultima è apparentemente in una fase di stallo, dall'inizio di quest'anno. Dopo aver aumentato di sei volte la sua luminosità apparente fin dalla sua scoperta, la cometa è rimasto al 16° di magnitudine dal 2 gennaio, e il suo trend di luminosità si è, a tutti gli effetti, appiattito.

La linea rossa del grafico di Garcia rappresenta la previsione della luminosità originale per la cometa, mentre i puntini rossi sulle date nella parte inferiore del grafico si riferiscono a giorno, mese e anno fino a qualche giorno fa, esattamente al 19 maggio.

Cosa accadrà allora a novembre? Ison è una cometa apparentemente nuova, al suo primo viaggio intorno al sole dalla lontana nube di Oort, un regno di oggetti ghiacciati, dove si trovano miliardi di comete. Ison non è mai stata esposta alla luce e al calore del sole, e può presentare un sottile strato di materiale volatile che evapora anche a grande distanza dal Sole e che potrebbe dare la falsa impressione che la cometa sia molto grande e attiva.

Gli astronomi non possono ancora sapere cosa accadrà alla cometa fino a quando essa non sarà abbastanza vicina al sole da far sì che l'acqua ghiacciata bloccata nel suo nucleo, profondo 4,8 km, non comincerà a sublimare, passando dallo stato solido allo stato gassoso.

Ison dovrà arrivare tra 450 e 370 di milioni km dal Sole perché questo avvenga, e accadrà tra l'8 luglio e il 12 agosto. Solo allora si potrà sapere con maggiore certezza se davvero Ison sarà la cometa del secolo.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Cometa Ison: le 5 cose da sapere prima di novembre 2013

- Cometa Ison: nubi nottilucenti e stelle cadenti

- La cometa Ison in webcast per la Festa delle Mamme

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico