Il cielo di agosto: tra #stellecadenti e triangolo estivo

Cielo agosto

Domani inizia agosto, e con esso il suo cielo. Appena finita di ammirare la seconda luna blu, ci prepariamo ad osservare il firmamento dell’ottavo mese dell’anno, quello che per molti è sinonimo di vacanze.

Continua lo splendore del triangolo estivo, quella particolare combinazione di stelle che gli astronomi chiamano asterismo, visibile in particolare nei cieli di luglio e agosto e costituita da Vega vertice in alto, Debeb a sinistra e Altair a destra.

Ma non è solo questo l’agosto astronomico, come spiega l’Unione astrofili italiani.

Sciami di meteore

Agosto è il mese delle meteore per eccellenza, tra le quali spiccano le lacrime di San Lorenzo o Perseidi, il 10 di agosto, che ci regalerà infatti il consueto sciame di stelle, e che proseguirà anche nei 2-3 giorni successivi. Questo sarà un anno poi particolarmente positivo in quanto sarà Luna Nuova il 14 agosto, ossia pochi giorni dopo la loro maggior frequenza.

persed15

Il mese è ricco anche di altre meteore, anche se meno visibili e spettacolari, tra cui le Alfa Capricornidi, la cui osservazione sarà però penalizzata dal disturbo della Luna. Sempre nella prima decade potremmo però osservare le Delta Aquaridi (max 9 agosto) e delle Aquilidi (max 11 agosto) sicuramente pià facili da rilevare grazie all’assenza della Luna.

Pianeti

Finisce lo splendore di Venere la cui visibilità andrà via via scomparendo nell’avvicinarsi al Sole, con il quale entrerà in congiunzione il giorno 15. Stessa situazione per Giove, che entrerà in congiunzione con la nostra stessa il 25 del mese. Saturno invece si può ancora vedere nelle prime ore della notte osservando a Sud-Ovest.

Congiunzioni

Sicuramente la congiunzione più spettacolare sarà quella Luna-Pleiadi, prevista nella seconda parte della notte tra il 7 e l’8 agosto: il nostro satellite, già oltre la fase dell’Ultimo Quarto, attraverserà la parte iniziale della costellazione del Toro, formando un triangolo con le Pleiadi e la stella Aldebaran.

lunamarte

All’alba del 13 agosto, dalle 5 del mattino circa si verificherà poi una congiunzione della Luna con Marte, mentre la sera del 16 agosto si può tentare di scorgere Mercurio molto vicino alla sottilissima falce di Luna crescente.

Un’altra che si prospetta facile da ammirare sarà invece la congiunzione Luna – Saturno, nella prima parte della notte del 22 agosto, con la Luna al Primo Quarto che incontra Saturno nella costellazione della Bilancia.

Comete

Lovejoy sarà visibile anche ad agosto, per l’ottavo mese di seguito, ancora in ottime condizioni già al calare della notte astronomica, inizialmente tra le stelle del Dragone e poi tra quelle di Ercole.

Avremo poi Jacques, per tutto il mese altissima in cielo, permettendole di essere osservabile per tutta la durata della notte astronomica, pur se la troveremo nelle migliori condizioni di altezza non appena fa buio.

Infine Churyumov-Gerasimenko, che si manterrà alta una quindicina di gradi sull’orizzonte per tutto il mese e che sarà osservabile nelle migliori condizioni verso il termine della notte astronomica.

Roberta De Carolis

LEGGI anche:

- Il cielo di luglio, dalla luna blu alle stelle cadenti

- Cometa Lovejoy: questa sera il picco della sua luminosità

- #superluna, allineamenti e #stellecadenti: ecco cosa ammirare nel cielo di agosto

Cerca