Iran: a novembre una scimmia nello spazio

scimmia spazio iran

L'Iran ha annunciato il suo piano per l'invio di una seconda scimmia nello spazio entro la fine di novembre. Hamid Fazeli, vice capo dell'organizzazione spaziale iraniana, ha dichiarato: "il secondo animale vivo ad essere inviato nello spazio sarà pronto entro un mese". L'Iran già nel mese di gennaio aveva inviato in orbita una scimmia e l'aveva riportata a terra sana e salva.

Tuttavia, il successo della sperimentazione era stato contestato quando una scimmia diversa da quella mandata in orbita era stata presentata ai media dopo l'atterraggio. Un precedente tentativo, inoltre, era fallito nel settembre 2011. Il programma spaziale iraniano ha spinto alla preoccupazione i diversi governi occidentali, i quali temono che Teheran stia cercando di padroneggiare la tecnologia necessaria per possedere una testata nucleare. L'Iran nega, però, di essere alla ricerca di armi nucleari o dei mezzi per realizzarli.

Non solo scimmie iraniane nello spazio. È stato anche riportato che l'agenzia spaziale iraniana starebbe progettando di inviare in orbita un gatto persiano entro marzo 2014. Ciononostante, sembra che il paese annullerà il progetto dopo essere stata aspramente criticata dai sostenitori della PETA (People for the Ethical Treatment of Animals), i quali hanno sostenuto che i gatti hanno personalità complesse e capaci di provare dolore.

In un altra dichiarazione rilasciata da Fazel a Press TV, questi ha affermato che sono già pronti tutti i dettagli necessari per l'invio di un altro animale nello spazio. L'animale prescelto, un'altra scimmia appunto, volerà a bordo di un vettore a combustibile liquido.

Come anticipato, l'Iran aveva lanciato la sua prima scimmia sulla capsula spaziale Pishgam, nel mese di gennaio. A parte i piani di invio di animali nel cosmo, l'Iran starebbe progettando di lanciare anche diversi satelliti verso la fine di marzo 2014. Tra questi Prudence, Tadbir, Sharifsat e Nahid. Il paese ha inviato con successo due satelliti (Harbinger in Space e Navid-e Elm-o Sanat) in orbita proprio nel corso di questo 2013.

L'Iran ha in programma di effettuare il suo primo lancio umano entro il 2018, non appena si saranno completati tutti i test di volo condotti sugli animali. L'agenzia spaziale, infatti, continuerà a inviare altri animali prima di quella dara. Pare che lo stesso paese abbia confermato di aver già inviato nello spazio una tartaruga, un topo e alcuni vermi, prima ancora dell'ormai famosa scimmia di quest'anno. Tuttavia, prevale lo scetticismo. Tali creature, descritti dall'agenzia come "astronauti animali", sono cruciali per lo sviluppo del programma spaziale del paese. Perché è grazie ad esse che si potrà decidere della possibilità e della sicurezza di un lancio umano.

Federica Vitale

Leggi anche:

- L'Iran ci riprova: a marzo un gatto persiano volera' in orbita

- Spazio: gli animali che lo hanno visitato

- Le scimmie sono più intelligenti dell'uomo

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico