Pasqua e la Luna: 10 misteri racchiusi dal nostro satellite

luna pasqua

La Luna ci osserva e scandisce i tempi sulla Terra. Uno degli oggetti cosmici più belli presenti in prossimità del nostro pianeta regala sempre, non solo misteri, ma anche curiosità. Che, da tempi immemori, impegnano l'uomo in studi affascinanti. E se dal nostro satellite dipendono le maree e i calcoli di diverse attività umane, anche la data della Pasqua, non solo ha radici storiche, ma dipende da una delle sue fasi, il Plenilunio.

La data della Pasqua cristiana è stata stabilita nel 325, in occasione del Consiglio di Nicea. Venne stabilito, infatti, che la festività dovesse cadere la domenica successiva alla prima Luna Piena dopo l'Equinozio del 21 marzo. È noto come la Pasqua sia una festività “mobile”, ossia una data che, pur cadendo sempre di domenica, a volte la definisce “alta” o “bassa”. Il motivo, dunque, sarebbe proprio la Luna piena e il momento in cui questa ha luogo, un periodo compreso tra la fine di marzo e la fine di aprile. Un metodo, questo, che ha visto la Chiesa finanziare non pochi studi di astronomia per cercare di definirne con correttezza tali calcoli.

E ieri, quanti sono attenti agli eventi lunari non hanno potuto fare a meno di notare che siamo proprio nella fase di Plenilunio. E domenica è Pasqua. Non siete ancora stanchi di curiosità riguardo la Luna? Ecco 10 immagini e relativi misteri legati al nostro satellite naturale.

La creazione della Luna

Da quanto affermano gli esperti, la Luna pare sia stata creata in seguito all'impatto con una roccia delle dimensioni di Marte. Sarebbe accaduto dopo che il sistema solare si è formato, 4,5 miliardi di anni fa.

luna esplosione

L'orbita

La Luna mostra di sé sempre una sola faccia. Ciò è dovuto agli effetti gravitazionali della Terra. Questa, tempo fa, ha rallentato la rotazione della Luna attorno al suo asse, stabilizzando il periodo orbitale della Luna stessa, ossia il tempo che le è necessario per orbitare attorno al pianeta. Il famoso “lato oscuro della Luna” non esiste, ma è solo una parte del satellite che non si vede mai.

luna cicatrici

Gli alberi Apollo

Pare che più di 400 alberi presenti sulla Terra siano venuti dalla Luna. Nel 1971, infatti, l'astronauta dell'Apollo 14 Stuart Roosa portò con sé alcuni semi, mentre Alan Sheperd ed Edgar Mitchell esploravano la superficie del satellite. Custoditi per lungo tempo, tali semi furono consegnati alle cure della terra, in varie parti del paese. Furono chiamati, appunto, gli “alberi della Luna” in virtù della loro provenienza.

luna apollo

Le sorelle della Luna

La Luna è l'unico satellite naturale della Terra. Nel 1999, gli scienziati scoprirono che un asteroide di cinque chilometri era stato catturato nella morsa gravitazionale della Terra, diventando così un satellite del nostro pianeta. Cruithne, come venne chiamato, necessita di 770 anni per completare un'orbita attorno alla Terra a forma di ferro di cavallo. E, secondo quanto sostengono gli scienziati, rimarrà sospeso attorno al pianeta 5 mila anni.

superluna

I crateri lunari

La superficie della Luna presenta diversi crateri. Si pensa che queste cicatrici siano state apportate da alcune rocce spaziali tra i 4,1 miliardi e i 3,8 miliardi di anni fa. Il motivo per cui tali fenditure non hanno eroso la superficie è che il satellite non è geologicamente molto attivo. Terremoti, eruzioni vulcaniche e formazioni di rilievi non sono all'ordine del giorno e non distruggono il paesaggio come invece accade sulla Terra. È un'atmosfera eterea dove non c'è vento o né pioggia.

cratere luna

Il nucleo lunare

La luna non è rotonda o sferica, ma somiglia molto ad un uovo. Se la si osserva con attenzione, infatti, si può notare come le estremità puntino verso l'alto, mentre il nucleo centrale non si trova nel centro geometrico del satellite, ma a circa 2 chilometri di profondità.

luna nucleo

Terremoti lunari

In occasione delle passeggiate degli astronauti delle missioni Apollo, i sismometri utilizzati durante le loro visite rivelarono come il satellite non fosse così statico come si pensava. Si verificano, infatti, dei piccoli ma intensi “lunamoti”, a diversi chilometri sotto la superficie. Si pensa questi siano causati dall'attrazione gravitazionale della Terra. A volte piccole fratture e fughe di gas appaiono in superficie. Ciò porta gli scienziati a credere che il satellite possegga un nucleo caldo e, forse parzialmente, fuso.

aldrin quake

La Luna è un pianeta?

La Luna è più grande di Plutone, ossia circa un quarto del diametro della Terra. Alcuni scienziati, in virtù di tali dimensioni, ritengono che la Luna sia più simile a un pianeta. Si riferiscono al sistema Terra-Luna come ad un "pianeta doppio", proprio come Plutone e la sua luna Caronte sono definiti doppio sistema planetario.

luna plutone

Le maree

Le maree sulla Terra sono dettate per lo più dalla Luna. La gravità lunare influisce sugli oceani terrestri. Le maree sono oscillazioni periodiche del livello del mare, a loro volta il risultato dell'attrazione del Sole e della Luna sulle superfici liquide degli oceani. Gli effetti degli astri si sovrappongono e il risultato costituisce la forza che genera le maree.

luna maree

Ciao, Luna!

Mentre vi raccontiamo queste curiosità, la Luna si sta allontanando da noi. Ogni anno, infatti, il nostro satellite ruba un po' di energia di rotazione alla Terra e la usa per spingersi a circa 3,8 centimetri più in alto nella sua orbita. I ricercatori affermano che, quando la Luna si formò, si trovava a circa 22.530 chilometri dalla Terra. Oggi si trova a più di 450 mila chilometri di distanza.

Luna venere

Federica Vitale

Leggi anche:

- Acqua sulla Luna: lo svelano i dati delle misisoni Apollo

- I 10 misteri della Luna

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico