Satellite Swift: scoperto un nuovo buco nero nella Via Lattea

buco nero swift

Risale allo scorso 16 settembre la scoperta di due forti sorgenti di raggi x provenire dal centro della Via Lattea. Una crescente ondata di raggi x riscontrata anche il giorno successivo. E, a segnalare la presenza, una rara esplosione di una nova.

Una nova è una sorgente che diffonde raggi x. Essa appare all'improvviso e per breve durata, raggiungendo un picco di emissioni nell'arco di pochi giorni per poi decadere dopo alcuni mesi. L'esplosione si verifica quando il gas immagazzinato precipita verso un oggetto, come ad esempio una stella di neutroni o un buco nero. Come si legge nel comunicato stampa diramato dall'Asi, “questa ripetuta esplosione di raggi X e la sua posizione, situata a qualche grado dal centro della nostra galassia verso la costellazione del Sagittario, hanno fatto immediatamente capire che non si trattava di un Gamma Ray Burst”, spiega Gianpiero Tagliaferri dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e Responsabile Scientifico del team Italiano nel progetto Swift.

La scoperta di una nuova nova nella banda X è un evento molto raro ed al massimo ci si aspetta di scoprirne una durante la vita di un satellite è una scoperta che stavamo aspettando ed ancora una volta Swift non ha deluso le attese”, aggiunge Neil Gehrels PI della missione Swift al Goddard Space Flight Center della NASA.

La sorgente di raggi recentemente identificata si chiama Swift J1745-26 ed è stata localizzata la centro della Via Lattea, precisamente nella costellazione del Sagittario. La distanza, per il momento, resta incerta, sebbene si attesterebbe tra i 20 mila e 30 mila anni luce dalla regione più interna della nostra galassia. Il satellite della Nasa Swift ha rilevato il fenomeno grazie alle emissioni radio ed infrarosse. Si registra che il 18 settembre la nova ha raggiunto un picco di energia superiore a 10 mila elettronvolt.

Probabilmente il buco nero fa parte di un sistema binario, la cui stella compagna sarebbe simile al nostro Sole. Un sistema che, in astronomia, viene definito "binaria x di piccola massa". Il flusso di gas passa dalla stella al disco intorno al buco nero, producendo in questo modo raggi x.

Il satellite Swift è un osservatorio multibanda, realizzato in collaborazione con il Regno Unito e l'Italia. Il nostro paese, infatti, ha fornito in particolare lo specchio del telescopio XRT.

Federica Vitale

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico