Marte, come riportare i campioni di suolo sulla Terra?

sample mars

Ora l'enigma è: riportare i campioni prelevati da Marte sulla Terra. Così, mentre il rover Curiosity ha iniziato da poco più di un mese il suo peregrinare per il pianeta rosso, già si programmano le future missioni. Tra queste, appunto, quella che dovrebbe portare tra le mani degli studiosi alcuni campioni di suolo marziano.

È stato pubblicato il 25 settembre un rapporto redatto dal Mars Program Planning Group, reperibile in formato pdf, nel quale si fa riferimento ad una serie di opzioni che l'agenzia spaziale americana potrebbe mettere in atto per cercare di riportare a terra interi campioni di suolo. La Nasa prevede di poter decidere quale sarà la sua scelta quando la Casa Bianca rilascerà un piano di bilancio per il 2014.

L'agenzia spaziale americana aveva costituito il gruppo MPPG a marzo di quest'anno. L'obiettivo era quello di riprogrammare l'esplorazione spaziale verso il pianeta rosso. La direttiva del presidente Barack Obama era quella di raggiungere il pianeta con una missione umana per il 2030. Questo nuovo obiettivo, quindi, può essere considerato propedeutica ad una futura missione composta da astronauti.

E, infatti, prelevare campioni e riportarli sul nostro pianeta rappresenterebbe un reale esercizio di tecnologia. Basti pensare all'atterraggio su Marte e quel che comporta (non sono lontani i “7 minuti di terrore” vissuti con Curiosity), svolgere attività senza correre rischi e con una prospettiva di riuscita; e, infine, ripartire per il viaggio di ritorno.

In questa missione potrebbero essere coinvolti degli esseri umani. Forse, un equipaggio su Orion, attualmente in fase di sviluppo, potrebbe intercettare il campione nello spazio e inserirlo in un ambiente sterile e riportarlo a Terra.

Tuttavia, la Nasa ha già in programma ben due missioni per Marte. La missione dell'orbiter MAVEN finalizzata allo studio dell'atmosfera marziana e il cui lancio ci si aspetta non prima del prossimo anno. E la missione InSight che, al contrario, indagherà sulla struttura interna del pianeta ed è ipotizzata per il 2016.

Federica Vitale

Cerca