Fomalhaut: la sua cintura di polveri ricorda le origini del sistema solare

fomalhaut

Comete, un nastro di polveri attorno alla vicina stella Fomalhaut è stato scoperto dall'osservatorio spaziale Herschel dell'Esa. Secondo gli esperti, tali residui potrebbero provenire da collisioni che da milioni di anni distruggono migliaia di comete ghiacciate ogni giorno.

Fomalhaut è una stella giovane, di centinaia di milioni di anni, e due volte più massiccia del sole, che si trova a soli 25 anni luce da noi. La sua cintura di polveri fu scoperta nel 1980 dal satellite IRAS, ma Herschel ha fornito nuove immagini della cintura di polveri che la circonda. La scoperta riveste una grande importanza perché potrebbe mostrare la situazione del nostro sistema solare alle origini, quando erano molto frequenti gli scontri fra le comete ed altri corpi celesti in formazione.

Bram Acke, dell'Università di Leuven in Belgio, e i colleghi hanno analizzato le osservazioni di Herschel ed hanno scoperto che le temperature della cintura di polvere vanno da -230 a -170° C. Tuttavia, poiché Fomalhaut è leggermente decentrata e più vicina al lato sud del nastro di polveri, quest'ultimo è più caldo e più luminoso rispetto al lato nord. Sia la ristrettezza che l'asimmetria del nastro, secondo gli astronomi, potrebbero essere dovute alla gravità di un pianeta in orbita attorno alla stella, come suggerito dalle immagini precedenti fornite dal Telescopio Spaziale Hubble. I dati di Herschel, però, hanno mostrato che la polvere della cintura ha le proprietà termiche di piccole particelle solide, con dimensioni di pochi milionesimi di metro. A questo punto, il dottor Acke e i colleghi hanno ipotizzato che i grani di polvere devono essere grandi aggregati soffici, simili a particelle di polvere rilasciate dalle comete nel nostro Sistema Solare.

Partendo da tale presupposto, secondo gli esperti nella cintura il numero di collisioni deve essere davvero impressionante: ogni giorno l'equivalente di due comete del diametro di 10 chilometri oppure 2.000 comete del diametro di un chilometro dovrebbero collidere tra di loro, alimentando di fatto la cintura con nuove particelle di polvere. Di conseguenza, secondo gli esperti, nella cintura dovrebbero esserci tra 260 miliardi e 83.000 miliardi di comete.

"Sono stato davvero sorpreso", spiega Acke. "Per me si tratta di un numero estremamente grande." Il nostro Sistema Solare ha un numero simile di comete nella sua Nube di Oort.

"Queste belle immagini di Herschel hanno fornito le informazioni essenziali necessarie per studiare la natura della cintura di polveri attorno a Fomalhaut”, spiega Göran Pilbratt, Project Scientist dell'Esa.

Lo studio è stato pubblicato su Astronomy & Astrophysics.

Francesca Mancuso

Cerca