Lovejoy, Rosa cosmica e Primo Levi: novità dal cielo

lovejoy-puppis

La cometa riapparsa. "Ultim'ora! Lovejoy è viva! La cometa Lovejoy, come abbiamo già anticipato, è sopravvissuta al suo tragitto attorno al Sole per riemergere sull'altro lato". È il messaggio che compariva qualche ora fa sul profilo della Nasa su Twitter. E la gioia incontenibile si riferisce ad una cometa, C/2011 W3, soprannominata Lovejoy dal cognome del suo scopritore, che era stata data per dispersa da un po’ di tempo. Forse tra le fiamme del Sole, forse un lancio intenzionale tra le lingue di fuoco scagliate dalla corona solare.

Fatto sta che Lovejoy ha fatto inaspettatamente bella mostra di sé facendosi immortalare dal satellitare americano SDO (Solar Dynamic Observatory). Ricostruendo il suo tragitto, si pensa che abbia compiuto il suo giro e sia riapparsa nel lato opposto del Sole. Questa “piccola” cometa misura 200 metri di diametro ed è composta di ghiaccio e polveri che, proprio per il fatto che Lovejoy ruota attorno al Sole, si consumano durante ogni passaggio.

Una rosa cosmica. È stata ripresa dal telescopio a infrarossi Wise della Nasa questa magnifica stella che ricorda una rosa rossa, sospesa nel cosmo. I gas e le polveri sono distinguibili grazie alla colorazione verde; la parte rossa è Puppis A, la stella a forma di rosa.

Puppis_A

Puppis A si trova in una regione ricca di altri resti di supernova (la gradazione verde dell’immagine), in una zona coperta parzialmente dalla costellazione della Poppa. Dopo l’esplosione della supernova, parte del materiale della stella è stato scagliato nello spazio ed una parte è rimasta in un oggetto denso che, in gergo, viene denominato stella di neutroni. La sua velocità raggiunge i 3 milioni di miglia l’ora. Una velocità incredibile che ha suscitato non poche perplessità negli astronomi, tanto da soprannominarla “cannon ball”, letteralmente palla di cannone.

Un pianeta dedicato a Primo Levi. Anche un grande della letteratura italiana come Primo Levi avrà il suo pianeta. Scoperto nel 1989, 4545 è un piccolo pianeta rimasto anonimo per vent’anni, laddove era stato individuato nella sua orbita tra Marte e Giove.

primolevi

Solo da qualche giorno si è deciso di dedicarlo al celebre scrittore e di denominarlo Primolevi, scritto unito come consuetudine nelle regole dell’astronomia. Così anche il numero con il quale sin dall’inizio era contrassegnato ha acquistato un significato. Primo Levi, infatti, rientrò dal campo di concentramento di Auschwitz nel 1945 e mai si fece cancellare il numero che i nazisti gli tatuarono sull’avambraccio, 174517. Primolevi 4545, appunto.

Federica Vitale

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico