Project:Evo: il videogame che scopre se ci ammaleremo di Alzheimer

project evo

Basta un gioco per sapere se una persona è a rischio Alzheimer. Si chiama Project:Evo ed è stato ideato dalla Labs Akili Interactive. Il suo compito non è tanto divertire quanto testare la capacità della piattaforma di videogiochi Akili di rilevare le eventuali differenze cognitive nei soggetti sani anziani a rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer.

Ideato per iPad e iPhone, Project:Evo consiste nel comunicare ad un alieno che percorre un fiume di fare attenzione alla presenza di pesci o uccelli, premendo sullo schermo una volta individuati. Un compito tutt'altro che difficile ma molto importante per capire se una persona può essere a rischio.

Perché un videogame? Quello che il gioco permette di fare è avviare un meccanismo cerebrale noto come elaborazione di interferenza, che viene danneggiato fino a sparire nelle persone che hanno anche i primi sintomi del morbo di Alzheimer.

Messo a punto Adam Gazzaley, neuroscienziato dell'Università della California San Francisco, il gioco sarà testato da Pfizer, con cui Labs Akili Interactive ha stretto una partnership a gennaio di quest'anno. In base all'accordo, il test clinico valuterà soggetti anziani sani con e senza la presenza di amiloide nel cervello. L' obiettivo dello studio è quello di capire in che misura il gioco può indicare con precisione se una persona si ammalerà di Alzheimer.

La piattaforma di videogiochi Akili è stata progettata proprio con questo scopo, quantificare e migliorare la capacità degli individui di affrontare l'interferenza cognitiva (le distrazioni e le interruzioni), che incide sula loro capacità di prestare attenzione, pianificare e prendere decisioni.

Questi deficit sono sintomi alla base di varie malattie degenerative come l'Alzheimer ma anche ADHD, autismo e depressione.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Alzheimer, si puo' prevedere tre anni prima con un esame del sangue

Alzheimer, tutta colpa di igiene e servizi

Alzheimer: una sola mutazione genetica rende immuni

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico