Stamina: il Tar del Lazio accoglie il ricorso e sospende lo stop

Vannoni intervista

Metodo Stamina. I pazienti incassano la prima vittoria: il Tar del Lazio sospende lo stop alla sperimentazione imposto dal Ministero della Salute a seguito della bocciatura del Comitato Scientifico, che, tra l’altro, non avrà più la medesima composizione. Vannoni chiede il risarcimento per i malati e le loro famiglie che si erano visti negare l’accesso alle cure.

L’ufficio stampa di Stamina Foundation ha provveduto a diffondere subito un comunicato che riporta il commento del Presidente: “Si tratta di una sentenza che mi ha colpito molto favorevolmenteha dichiarato in particolare Vannoni nel corso di un’intervista a Radio 24 perché ha rimesso un po' in quadro alcune delle affermazioni troppo affrettate che aveva fatto questo comitato scientifico indicandone anche la non imparzialità.

Vannoni l’aveva più volte ribadito, anche nel corso di un’intervista che ha rilasciato a NextMe nel mese di settembre: “Non solo il 70 per cento era contro di noi, ma nel Comitato Scientifico non c’è alcun biologo […] Ora io mi chiedo: come fa un Comitato Scientifico di medici a valutare un protocollo biologico di produzione di cellule? È un po’ come se facessimo valutare dei pazienti a dei biologi. Diciamo quindi che l'oggetto della valutazione era un po' fuori dalle loro competenze.

Molti dei componenti del Comitato avevano in effetti già mostrato la loro contrarietà al metodo, come Giulio Cossu, vicepresidente dell’Associazione Luca Coscioni, scagliatasi contro Stamina da diverso tempo. Queste e altre osservazioni avevano indotto Vannoni, il 27 settembre, a presentare ricorso contro la decisione di bocciatura.

Secondo la sezione Terza Quater del Tribunale Amministrativo del Lazio tale ricorso “oltre che ammissibile, è anche provvisto di sufficiente fumus, non essendo stata garantita l’obiettività e l’imparzialità del giudizio, con grave nocumento per il lavoro dell’intero organo collegiale” si legge nella sentenza, la quale sottolinea anche indispensabile il requisito di indipendenza del Comitato, in termini ideologici prima che economici.

I giudici hanno poi invitato il Ministero a nominare un altro comitato, possibilmente invitando anche esperti stranieri, che garantirebbero una vera imparzialità di giudizio. Una vittoria piena per Vannoni dunque? La sospensione resta in realtà, per ora, solo una misura temporanea in attesa della valutazione definitiva, che sarà effettuata dal Tar il prossimo 11 giugno 2014, data fissata per l’udienza di merito.

RDC

Foto: Facebook

LEGGI anche:

- Metodo Stamina, secondo Vannoni i pazienti migliorano

- Metodo Stamina: Vannoni denuncia conflitti d'interessi. Nomi e fatti

- Metodo Stamina: protesta a Montecitorio. I malati vogliono le cure di Vannoni

- Il Metodo Stamina funziona? Intervista doppia a Vannoni e De Maria

Cerca