Vaccino antinfluenzale: riduce il rischio cardiaco

vaccino cuore

Il vaccino contro l'influenza potrebbe ridurre il rischio di problemi cardiaci. A scoprirlo un team di ricercatori della Toronto University. Secondo gli scienziati, tale rischio sarebbe ridotto grazie all'utilizzo del vaccino.

Per dimostrarlo, i ricercatori hanno analizzato dati provenienti da cinque studi pubblicati in precedenza, in cui più di 6.000 persone con un'età media pari a 67 anni, sono stati assegnati in modo casuale a ricevere la vaccinazione antinfluenzale, un placebo o nessun trattamento. Circa un terzo dei partecipanti aveva alle spalle una storia di problemi cardiovascolari.

Tra coloro che si sono sottoposti al vaccino antinfluenzale, 95 persone, pari al 2,9 per cento, ha subito un grave problema cardiovascolare nel corso di un anno. Al contrario, tra coloro che hanno ricevuto un placebo o nessun trattamento, 151 persone, ovvero il 4,7 per cento, ha subito un grave problema cardiovascolare.

Stando ai numeri, ciò significa che il vaccino avrebbe impedito a 58 persone di subirne. Inoltre, il beneficio della vaccinazione era più evidente tra i pazienti che avevano avuto di recente un problema cardiovascolare dovuto all'improvvisa riduzione del flusso di sangue al cuore. Circa il 10,25 di coloro che hanno ricevuto le iniezioni antinfluenzali avevano sperimentato un altro problema cardiovascolare nell'arco di un anno, rispetto al 23,1 per cento di coloro che avevano ricevuto un placebo o nessun trattamento.

Nei pazienti vulnerabili, l'influenza può innescare la rottura delle placche arteriose, l'infiammazione del muscolo cardiaco, battito irregolare o altri problemi che potrebbero portare a lesioni del cuore, secondo i ricercatori. I risultati suggeriscono dunque che la vaccinazione antinfluenzale "rappresenta una terapia di protezione semplice e 'annuale' per ridurre gli eventi cardiovascolari”.

Ma è presto per tirare conclusioni. Lo studio infatti ha trovato solo un'associazione e non può dimostrare al 100% che il vaccino antinfluenzale sia capace di prevenire gravi problemi cardiovascolari.

Lo studio è stato pubblicato sul Journal of American Medical Association.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Vaccino universale: la stella a 8 punte contro tutte le influenze

- La molecola di RNA che fa autoriparare il cuore

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico