Il Grand Canyon e' più giovane del previsto

grand-canyon

Probabilmente il Grand Canyon non è così antico come finora ipotizzato. Se, infatti, si sosteneva che la sua età fosse di circa 70 milioni di anni, ora sulla rivista Nature Geoscience giunge una smentita. Secondo un nuovo calcolo, l'età effettiva del canyon così come lo vediamo oggi potrebbe aggirarsi intorno ai 5 o 6 milioni di anni. Sebbene effettivamente alcuni tratti sarebbero più antichi.

"Il canyon che vediamo oggi è giovane, ma si è avvalso di alcuni vecchi segmenti per formarsi", ha spiegato Karl Karlstrom, professore di geologia presso l'Università del New Mexico e autore del recente studio. "La questione è risolta e il canyon non ha 70 milioni di anni". Tuttavia, il dibattito è acceso. E i sostenitori dell'Old Canyon sentono in qualche modo che si sta attaccando la sua storia.

Brian Wernicke, un geologo del California Institute of Technology e co-autore della ricerca, sostiene che il tratto occidentale del canyon abbia 70 milioni di anni. "L'idea che il più occidentale del Grand Canyon sia stato scolpito dalle rocce, fino a 6 milioni di anni fa, è solo un punto di partenza per noi", ha detto Wernicke.

Entrambi gli schieramenti, comunque, si basano sulla termocronologia, che misura le ultime temperature delle rocce lungo la parete del canyon. Gli scienziati, in sostanza, prelevano alcuni campioni di roccia e li studiano al microscopio, alla ricerca di cristalli conosciuti come apatite. I cristalli registrano il decadimento degli elementi radioattivi.

Secondo Karlström, una parte del canyon orientale è abbastanza antico, essendo stati asportati alcuni elementi risalenti dai 15 ai 25 milioni di anni fa. E ci sarebbe una zona ancora più vecchia, conosciuta come il segmento della faglia Hurricane che, per le stime, sarebbe stata scolpita dai 50 ai 65 milioni di anni fa dal fiume che scorre a nord-ovest.

Circa 5 o 6 milioni di anni fa, dunque, il fiume Colorado avrebbe scolpito i due segmenti più vecchi del canyon insieme ad altri due più giovani, fino a farli fluire nel Golfo della California. Il canyon, in seguito, è andato ulteriormente modificandosi fino a diventare più ampio e profondo. Il canyon si sarebbe formato ad un ritmo abbastanza costante di circa 100 - 200 metri ogni milione di anni.

Insomma, seppur le opinioni sono discordanti, il fascino resta. Un respiro di antichità scolpito nelle rocce. E un paesaggio che non si dimentica facilmente.

Federica Vitale

Leggi anche:

- In giro per il Grand Canyon con Google Street View

- Se Manhattan finisse nel Grand Canyon? Le immagini

Cerca