Scoperti vasti giacimenti di acqua dolce nei fondali marini

acqua oceani

Un team di ricercatori australiani ha riferito di aver accertato l'esistenza di vaste riserve di acqua dolce intrappolate sotto il fondo dell'oceano. Queste potrebbero sostenere le generazioni future, nel caso in cui dovessero diminuire le fonti di tali correnti.

L'autore principale dello studio, Vincent Post, della Flinders University in Australia, ha confermato che circa 500 mila chilometri cubici di acqua a bassa salinità sono stati trovati sepolti sotto il fondo marino, sulle piattaforme continentali al largo delle coste australiane, in Cina, nel Nord America e, infine, in Sud Africa.

"Il volume di questa risorsa di acqua è cento volte superiore alla quantità che abbiamo estratto dalla sub-superficie terrestre nel secolo scorso, sin dal 1900", ha dichiarato il ricercatore nell'ultima edizione di Nature. "L'acqua dolce sul nostro pianeta è sempre più sotto tensione. Così la scoperta di importanti nuovi giacimenti al largo delle coste è molto interessante”, commenta Post.

UN Water, l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa dei rifornimenti idrologici, stima che l'uso di acqua è cresciuto più del doppio del tasso della popolazione, solo nel secolo scorso e a causa di esigenze particolari come l'irrigazione agricola e l'abbeveraggio del bestiame. Inoltre, più del 40 per cento della popolazione mondiale già vive in condizioni di scarsità d'acqua. Entro il 2030, l'ONU prevede che il 47% delle persone vivrà in condizioni precarie e in totale povertà di acqua.

Considerando queste prospettive, Post ha dichiarato che i risultati del suo team sono stati ricavati da una revisione degli studi d'acqua del fondo marino, eseguiti per scopi scientifici e di esplorazione di petrolio e gas. "Combinando tutte queste informazioni, abbiamo dimostrato che l'acqua dolce sotto il fondo marino è una necessità comune e non una semplice anomalia che si verifica solo in circostanze molto particolari".

Federica Vitale

Leggi anche:

- Mit: l'acqua potabile si produce grazie al Sole

Cerca