Scoperta la piu' antica acqua della Terra

acqua antica manchester

Scoperta in Ontario, in Canada, l'acqua più antica della Terra. Non è escluso che in essa possano ancora trovarsi forme di vita. A scoprirlo gli scienziati delle università di Manchester, Lancaster, Toronto e McMaster, che hanno individuato antiche sacche d'acqu, rimaste intrappolate nel sottosuolo per miliardi di anni, contenenti sostanze chimiche note per sostenere la vita.

Quella appena scoperta potrebbe essere una delle più antiche acque del pianeta. Un ritrovamento stupefacente quello apparso agli occhi del team internazionale di ricercatori. Non solo, la somiglianza tra le rocce contenute al suo interno e quelle su Marte alimenta la speranza che l'acqua potesse ospitare le stesse forme di vita sepolte sotto la superficie del pianeta rosso.

Rocce che hanno circa 2,7 miliardi di anni, quelle immerse nel sottosuolo canadese. Finora nessuno aveva ipotizzato che l'acqua potesse avere questa età. I ricercatori sono riusciti ad analizzare alcune tracce del prezioso liquido, fuoriuscito dal pozzo di una miniera. Ed è così che hanno scoperto che l'acqua è ricca di gas disciolti come forme di idrogeno, metano e diversi isotopi di gas nobili tra cui elio, neon, argon e xeno. L'idrogeno e il metano provengono dall'interazione tra la roccia e acqua, nonché da elementi radioattivi naturali presenti nelle rocce che reagiscono con l'acqua. Questi gas potrebbero fornire energia ai microbi che non hanno visto la luce del sole per miliardi di anni. Le rocce cristalline che circondano l'acqua si pensa possano avere circa 2,7 miliardi di anni.

I risultati, pubblicati su Nature, sollevano una serie di quesiti e potrebbero costringere gli scienziati a ripensare quali parti del nostro pianeta siano adatte alla vita. Potrebbero inoltre rivelare indizi su come i microbi si evolvono in situazioni di 'isolamento'.

Il prof. Chris Ballentine, coautore dello studio per la University of Manchester non ha ancora la certezza che il sistema sotterraneo in Canada possa sostenere la vita, ma il dott. Greg Holland della Lancaster University, autore principale dello studio, ha dichiarato: “I nostri colleghi canadesi stanno cercando di scoprire se l'acqua contiene vita ancora ora. Ciò che è certo è che abbiamo individuato il modo in cui i pianeti possono creare e mantenere un ambiente favorevole alla vita microbica per miliardi di anni. Ciò a prescindere da quanto inospitale potrebbe essere, aprendo la possibilità di trovare simile ambienti nel sottosuolo di Marte”.

Spiega Ballantine: "Abbiamo trovato un sistema fluido interconnesso nel basamento cristallino canadese profondo che ha miliardi di anni, e potrebbe sostenere la vita. La nostra scoperta è di grande interesse per i ricercatori che vogliono capire come i microbi si evolvono in isolamento, ed è al centro di tutta la questione dell'origine della vita, della sua sostenibilità e della presenza di vita in ambienti estremi e su altri pianeti”.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Acqua su Marte: non è più un mistero

- Curiosity: Marte in passato ha ospitato la vita

Cerca