Fusione fredda: l’E-cat in Svezia fa sul serio. Impianto pilota in funzione in autunno

E-cat foto

Fusione fredda. L’E-cat in Svezia cerca un cliente per testare un impianto pilota da 1 MW. Così Hydro Fusion vuole dare inizio ad un test operativo per la messa in opera delle installazioni vere e proprie, e si offre anche di pagare tutti i costi eccetto l’energia, l’unica spesa a carico del cliente. Tempi previsti per l’inizio di funzionamento: autunno 2013.

Una vetrina dunque per altri futuri interessati? Pare proprio di sì. “Hydro Fusion utilizzerà l’impianto pilota come ‘showcase’ (vetrina, N.d.R.), con il quale i clienti esterni possono osservare E-cat da 1 MW in eserciziosi legge nell’annuncio ufficiale - Hydro Fusion è aperta a qualsiasi tipo di applicazione per l’energia termica, entro 120° C massimi di temperatura”.

Sapevamo già che il mondo scientifico svedese è favorevole alla tecnologia di Andrea Rossi, nel quale nutre una discreta fiducia. Non suscita dunque particolare sorpresa questa notizia di per sé, che però potrebbe essere di “lancio” a future iniziative analoghe. Tra l’altro l’azienda ha precisato che apprezzerà in modo particolare offerte dall’estero.

Hydro Fusion specifica anche i dettagli di funzionamento della macchina, confermando quanto più volte affermato da Rossi circa il Cop, pari a 6, e le ore di funzionamento, che vengono supposte essere maggiori di 7 mila. A questi dati si aggiunge il consumo massimo di energia elettrica, fissato a 250 kWe.

Hydro Fusion vorrebbe ricevere preventivi dai clienti sia sul prezzo del termico che dell’elettrico (per MWh) […] Si prega di specificare chiaramente se le vostre quotazioni dipendono dalla temperatura esterna. I clienti interessati a questa tecnologia rivoluzionaria sono pregati di contattarci al Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.” conclude l’annuncio.

Restiamo in attesa di sapere ora quali e quante adesioni ci saranno. Se i tempi sono quelli previsti, d’altronde, manca veramente poco.

Roberta De Carolis

LEGGI anche:

- Fusione fredda: nell'attesa di E-cat, si fanno avanti la Nasa e una società svedese

- Fusione fredda, E-cat: diffuse le immagini degli impianti spediti negli Usa

- Fusione fredda: l'E-cat funziona. Pubblicati i test delle terze parti indipendenti

Cerca