Fusione fredda: Hyperion contro E-cat. Ecco le foto dei test

test defkalion

Erano alleati sulla fusione fredda, ma ora sono acerrimi nemici: Andrea Rossi con il suo E-cat e la Defkalion con Hyperion, una versione greca del discusso dispositivo opera dell’inventore italiano e di Sergio Focardi. La compagnia ellenica, dopo qualche settimana di silenzio, è tornata a dare battaglia, diffondendo le foto dei test che sta svolgendo presso i suoi laboratori di Xanthi (Grecia). Gli avversari sembrano fare sul serio.

Lunga la storia di odio-amore tra Rossi e la Defkalion: l’azienda inizialmente aveva deciso infatti di finanziare l’inventore italiano, salvo poi ritirarsi per motivazioni mai del tutto chiarite. Ma non ha abbandonato l’idea di investire sulla fusione fredda, dando vita a Hyperion, l'E-cat greco, anche se il principio di funzionamento sembra essere differente.

Ma differente è soprattutto la politica aziendale: mentre Rossi continua a trincerarsi dietro un oscuro silenzio, il suo acerrimo nemico si espone al pubblico. Ha già pubblicato infatti un video in cui mostra il dispositivo e si dichiara aperto all’intervento di terze parti negli esperimenti, per scopi tecnico-scientifici.

Le foto, diffuse probabilmente con lo stesso intento di distinguersi dal terribile rivale italiano, mostrano dei laboratori ampi e all’avanguardia, anche se si ha la sensazione che tutto sia ancora “work in progress”. Eppure un informatore aveva annunciato prossime le vendite dei primi dispositivi: forse per il mese di luglio.

Ce la faranno? Per ora sono solo voci, ma forse Rossi dovrebbe temere, visto che il suo E-cat non ha ancora ottenuto le certificazioni di sicurezza indispensabili per la messa sul mercato. E, mentre i competitors annunciano, si palesano, mostrano video e immagini, lui continua a mantenere nascosta la sede degli impianti e a dire: “Sveleremo la teoria che riguarda la fisica dell’E-Cat dopo che il prodotto sarà immesso nel mercato”.

Ma una cosa, di recente, l'ha detta. Intervistato da Frank Acland via skype, Rossi ha spiegato che la produzione dell'E-Cat sarà solo negli Stati Uniti. E sul Journal of Nuclear Physics aggiunge: "La produzione sarà concentrata solo negli USA per i primi anni. Questo è stato deciso in una riunione di oggi del Trust che detiene la Leonardo Corp in mia presenza, in qualità di CEO". E in Europa?

Roberta De Carolis

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico