Predator X

Il misterioso quanto antico mostro marino probabilmente esistito oltre 50 milioni di anni fa possiede oggi un nome. Si chiama Predator X. Le ricerche confermerebbero infatti che questa creatura, unica nella sua specie, appartenesse alla specie marina dei Pliosaurus funkei, una razza animale finora ignota.

dinosauri

Una nuova specie di dinosauro è stata scoperta da un team di ricerca della University of Chicago. Il fossile era stato ritrovato durante una spedizione in Sudafrica negli anni Sessanta, racchiuso all'interno di una nascosto in una roccia rossastra, ed era poi stato conservato presso la Harvard University.

DNA africani

Due studi che hanno esplorato la genetica dei cacciatori-raccoglitori e dei pastori dell'Africa sub-sahariana (dove si pensa abbia avuto origine il genere umano), rivelano che, anche se le popolazioni dell'Africa meridionale di lingua Click vivevano a stretto contatto, appartengono a due ceppi genetici distinti.

clonazione mammut

Alcune cellule di mammut potrebbero permetterne una clonazione. Lo sostengono alcuni scienziati russi rendendo nota la loro recente scoperta avvenuta in Siberia. Il periodo giurassico immaginato da Spielgerg, dunque, potrebbe non appartenere più alla fantasia cinematografica.

neanderthaldestrimano

L'uomo di Neanderthal era destrimano o mancino? L'essere destrimani è una peculiarità tipicamente umana. Questi, addirittura,superano di numero i mancini in un rapporto di nove a uno. Ma per risalire a questa caratteristica quanto tempo addietro occorre andare? È proprio il quesito al quale hanno cercato di rispondere i ricercatori studiando l'arte preistorica, gli utensili e le ossa umane.

ambra fossili

Fossili antichissimi risalenti al periodo Triassico sono stati ritrovati nelle Dolomiti, nei pressi di Cortina d’Ampezzo. Si tratta di due acari e di un moscerino. A scoprirli sono stati i ricercatori dell'Istituto di geoscienze e georisorse del Consiglio nazionale delle ricerche (Igg-Cnr) e dell’Università di Padova, in collaborazione con l’Università di Göttingen e con il Museo di Storia Naturale di New York.

egypt area

Utilizzare Google Earth per le grandi scoperte archeologiche. È quello che deve aver pensato Angela Micol, archeologa di Maiden, nella Carolina del Nord, che ritiene di aver scoperto due possibili complessi di piramidi egiziane.

Pagina 13 di 27

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico