Egitto: i satelliti scoprono altre 17 piramidi

piramidi_egitto

I satelliti spaziali della Nasa hanno individuato in Egitto 17 piramidi di cui si ignorava del tutto l’esistenza, insieme a migliaia di tombe e numerosi antichi insediamenti. La scoperta, frutto di uno studio condotto da un team di esperti guidati dall’egittologa americana Sarah Parcak dell’University of Alabama at Birmingham (Usa), è avvenuta grazie alle immagini a infrarossi scattate direttamente dai satelliti ed è stata diffusa dalla BBC.

Le foto sono state ottenute con videocamere poste a 700 Km di altezza, dotate di una risoluzione tale da poter inquadrare oggetti con diametro inferiore ad un metro. Gli infrarossi inoltre hanno permesso di individuare i materiali del sottosuolo, mettendone in risalto le differenze di densità. Infatti gli antichi Egizi erano soliti costruire edifici in mattone di fango essiccato, molto più densi del terreno circostante, e questo consente la loro individuazione mediante questa metodologia.

Indiana Jones è roba vecchia, mi dispiace per Harrison Ford ha riferito la Parcak con una battuta riferita alla moderna tecnologia di indagine archeologica – Abbiamo lavorato per oltre un anno a questa ricerca e ho potuto vedere i dati man mano che uscivano fuori. Alla fine non riuscivo a credere che avessimo scoperto così tanti siti”.

La ricercatrice è convinta che questa scoperta aprirà la strada al ritrovamento di altri resti dell’antica civiltà. “Abbiamo faticato molto per portare a termine questa ricerca e credo che in Egitto faremo nuove scoperte”, ha infatti commentato. Conscia inoltre che la tecnica è in grado di rivelare solo oggetti relativamente vicini alla superficie, sottolinea anche come sia possibile che ce possano essere a migliaia ricoperti dai detriti del Nilo nel passare dei secoli.

Attualmente gli scavi condotti a Saqqara e Tanis hanno confermato le immagini satellitari. Gli archeologi e tutta la comunità scientifica si augurano che questo sia veramente solo l’inizio.

Roberta De Carolis

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico