Atlantide riemerge dall'Oceano Indiano?

microcontinente mauritia

Gli scienziati sostengono di aver trovato tracce di un microcontinente nascosto sotto le isole Reunion e Mauritius, nell'Oceano Indiano. Ricorda il mito di Atlantide, Mauritia, questo piccolo continente perduto, scoperto da un gruppo di ricerca internazionale.

Mauritia sembra si sia formato probabilmente tra i 61 e gli 83 milioni di anni fa, dopo che il Madagascar si divise dall'India. Secondo lo studio, il microcontinente, una volta distaccatosi dalla placca continentale indiana, rimase sepolto dai depositi della lava basaltica.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Geoscience, è stato condotto da un team di scienziati coordinato dal norvegese Trond Torsvik. Gli esperti hanno analizzato intere spiagge e la composizione della sabbia dell'isola di Mauritius, rilevandone notevoli quantità di zirconi antichi, risalenti tra i 660 milioni e circa due miliardi di anni fa. Una scoperta che si rivela decisamente importante poiché, in termini geologici, questi frammenti di zirconi e altre pietre preziose potrebbero essere stati sepolti dalla sabbia solo di recente. "L'esistenza di zirconi stabilisce la presenza di un antico microcontinente sotto l'isola di Mauritius; tali frammenti sarebbero stati portati in superficie dalla recente attività vulcanica", ha spiegato Torsvik su Nature.

Il pavimento dell'Oceano Indiano è disseminato di placche terrestri nascoste. Queste si sarebbero staccate come accadde con il super-continente Pangea quando si divise formando i continenti che conosciamo oggi. Pangea diede inizio alla propria formazione e spaccatura circa 200 milioni di anni fa, generando Gondwana a sud e Laurasia a nord. Gondwana, a sua volta, si suddivise nel Madagascar, l'Australia, l'Antartide e l'India tra gli 80 e i 130 milioni di anni fa.

Il nuovo studio, dunque, suggerisce che Mauritia si sia distaccato a seguito della divisione tra il Madagascar e l'India. Le Seychelles, aggiunge Trond Torsvik, potrebbero essere quindi un altro dei frammenti della Mauritia continentale che, tuttavia, oggi è visibile.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Atlantide: forse a Cadice l'isola sommersa da uno tsunami

- Amasia: così sarà la Terra tra 100 milioni di anni

Cerca