21 dicembre 2012: il Governo russo tenta di frenare l'isteria collettiva

fine mondo russo

Sul 21 dicembre 2012 questa volta si espone anche il Governo russo. Ma andiamo con ordine. In questi giorni il panico per l'imminente verificarsi della possibile fine del mondo si sta spargendo a vista d'occhio. Tanto che, in vendita, esistono degli insoliti kit di sopravvivenza. A Tomsk, in Siberia, va a ruba un kit al costo di 22 euro provvisto di cibo, medicine, documenti e l'immancabile vodka.

Tuttavia, la fobia sta scadendo nell'esagerato. Attacchi di panico, incremento dei comportamenti superstiziosi, reazioni incontrollate sono sempre più comuni tra il popolo russo. Che, a quanto pare, corre nei supermercati alla ricerca disperata di qualsiasi provvista per affrontare l'imminente catastrofe. Rapporti allarmanti su comportamenti irrazionali ci raccontano di una vera e propria isteria collettiva.

kit sopravvivenza

E tali scene di isterismo pare siano stati frequenti e tali da muovere il Governo di Mosca per frenare il diffondersi del panico e dell'eccessivo allarmismo. "Con il nostro accesso a informazioni e monitoraggio del comportamento della Terra possiamo assicurare che il mondo non finirà a dicembre", dichiara il governo in un comunicato inviato alle emittenti televisive. "Nell'interesse dei nostri compatrioti, vi chiediamo di prestare attenzione alla diffusione di informazioni pseudo-scientifiche riguardo la fine del mondo sui vostri media". Una smentita, da parte del ministro delle Situazioni di Emergenza, una sorta di Protezione Civile russa, che ha suscitato però la reazione contraria. Infatti, le dichiarazioni della Duma hanno acquisito il sapore di una sostanziale presa di coscienza del possibile rischio e sono state interpretate come un voler dar credito alla leggenda.

A scendere in campo anche la Chiesa ortodossa che, dopo l'iniziativa di aver organizzato dei soggiorni nel paese di San Francesco per goderne della pace e della tranquillità, ha fatto appello ai suoi fedeli di non cadere nelle trappole. Anche secondo il rabbino capo di Russia e il leader musulmano, sono svariati i tentativi di truffa ai danni della gente sprovveduta che, in preda all'isteria, è disposta a spendere qualsiasi cifra pur di accaparrarsi ogni tipo di rimedio o rifugio dall'Apocalisse.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Maya: il punto di vista della Nasa sul 21 dicembre 2012

- Com'è nata la profezia Maya?

- Fine del mondo: i miti sulla catastrofe smentiti dalla Nasa

Cerca