Maya: la conferma sul 21 dicembre da un nuovo calendario

nuovo-calendario maya

La profezia della fine del mondo rispunta in un sito archeologico. E questa volta lo fa attraverso dei dipinti e delle incisioni scoperti in Guatemala. Le nuove iscrizioni non lascerebbero ombra di dubbio: il 21 dicembre 2012 viene menzionato come la “data della fine”.

La scoperta è stata fatta da un team di archeologi in una scala di pietra, presso il sito La Corona. “Questo testo antico parla della storia politica piuttosto che della profezia”, spiega Marcello A. Canuto, DCO-direttore degli scavi e direttore della Tulane American University. E le incisioni raccontano del ritorno di un re maya, Yuknoom Yich'aak K'ahk', conosciuto come zampa del giaguaro.

Era il 696 a. C. quando, dopo la sconfitta in battaglia, il regno maya attraversava un momento di grande agitazione politica. Il sovrano, dunque, si sentiva in dovere di rassicurare il suo popolo che la fine dei tempi sarebbe giunta solo molto dopo. Nel 2012, appunto. In pratica, era il tentativo da parte di un sovrano di allontanare le insicurezze della sua gente che si ostinava a credere che la propria fine fosse oramai giunta.

Questo è stato un momento di grande agitazione politica nella regione maya e questo re si sentì obbligato ad alludere ad un ciclo più ampio di tempo che arriva alla fine del 2012”, confermano le parole di David Stuart, ricercatore dell'Università del Texas a Austin che ha condotto lo scavo. In totale, Stuart ha decodificato il riferimento al 2012 sui 56 geroglifici scolpiti su un blocco di pietra.

Insomma, l'incubo della fine del mondo non smette di ossessionare. Era l'anno 1000 quando tutto sembrava dovesse cessare di esistere. Poi seguì il 2000 e il bizzarro Millenium Bug dovuto alla cifra a tre zeri tenne il mondo con il fiato sospeso. Il nuovo millennio, però, portò con sé solo una nuova epoca, quella dell'informatica e della tecnologia. E il 2012 sembra segnare un nuovo inizio ipotizzato dai Maya grazie alla venuta di un re che sarebbe riuscito a dipanare la linea del tempo e a portare una nuova era di pace.

E anche le incisioni di La Corona non sembrano smentire. Cosa ci aspetta il 21 dicembre 2012?

Federica Vitale

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico