Le 8 curiosità sull'equinozio d'#autunno

equinozio autunno

L'estate ci ha lasciati facendo spazio all'autunno, il cui equinozio si è imposto oggi, 23 settembre, alle 10.20 circa. Oggi, il giorno e la notte avranno pressochè la stessa durata, fino a quando le giornate si accorceranno e ci traghetteranno verso il solstizio d'inverno.

E tra miti e leggende, ci sono degli aspetti ad essa legati che ignoriamo o che semplicemente trascuriamo. 8 curiosità dalle quali l'autunno non può prescindere e che lo colorano delle calde tonalità cui spesso lo associamo.

1. Il termine equinozio deriva dal latino "aequus", in italiano "uguale", e "nox", ossia "notte". Questo perché, sia all'inizio della primavera che all'avvio dell'autunno, come già si è accennato, la durata del giorno e della notte è quasi uguale.

2. La stessa durata del giorno e della notte, appunto, dipende dal sorgere del Sole. Il giorno, infatti, inizia quando il bordo superiore della nostra stella raggiunge l'orizzonte e termina quando il Sole ha completato il proprio ciclo.

3. L'equinozio d'autunno cade generalmente il 22 o il 23 settembre di ogni anno, ma è bene sapere che non sempre è così. Nel 1931, infatti, si dovette attendere il 24 settembre. E questo perché il nostro pianeta impiega 365,25 giorni per completare la propria orbita attorno al Sole. Ciò significa che, grazie ad una forzatura del nostro calendario gregoriano, può capitare che l'equinozio ritardi. Come accadrà il 24 settembre 2303.

4. Si chiama Harvest Moon la Luna Piena che si verifica in prossimità dell'equinozio d'autunno. Questo nome deriva dal fatto che gli agricoltori sono in grado di lavorare fino a sera grazie ad un periodo di luce più lungo.

autunno

5. Insieme alla caduta di foglie cui si associa questa stagione, è anche più frequente che si verifichino tempeste geomagnetiche. Secondo la Nasa, il fenomeno raggiunge fino a due volte la media annuale. E con esse, più freqeunti ed intense si fanno le aurore boreali.

6. Non solo la flora adegua i propri colori alla stagione e si prepara a temperature più rigide. Anche gli animali, infatti, sono soggetti a cambiamenti biologici importanti. Basti pensare al criceto siberiano maschio che, con il cambiamento della stagione, sperimenta un rigonfiamento dei propri testicoli fino a 17 volte la loro reale dimensione.

7. Tra gli anni 1793 e 1805, all'indomani dell'inaugurazione ufficiale del calendario repubblicano francese, i rivoluzionari svilupparono il proprio calendario a partire dall'equinozio autunnale.

8. Sembra incredibile ma gli equinozi di primavera e d'autunno sono gli unici momenti dell'anno in cui il Sole sorge esattamente a est e tramonta ad ovest.

doodle autunno

E per festeggiare l'ingresso della nuova stagione, come sempre, anche Google accompagna l'equinozio con un doodle incantevole. Un omino passeggia fra gli alberi che, uno dopo l'altro, cambiano il colore delle proprie chiome. Fino a quando, poeticamente, l'ultima foglia gli si poggia sul suo viso. Potremmo essere tutti i protagonisti di quel doodle!

Federica Vitale

Leggi anche:

- Equinozio d'autunno: arriva domani. Miti e leggende

- Tutto quello che c'è da sapere sull'equinozio d'autunno

- Equinozio d'autunno: ecco cosa accade alla Terra e al Sole

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico