La Grande Muraglia è più lunga del previsto

grande muraglia

La Grande Muraglia cinese è molto più lunga di quanto si pensasse. Questa la conclusione cui sono giunti i ricercatori dopo 5 anni di indagini archeologiche. Dunque, la più grande costruzione umana è stata misurata per la prima volta ufficialmente in seguito a tali studi, portando i chilometri a 21.196, ossia più del doppio della precedente stima di 8.850 Km. Una distanza pari a quella tra Pechino e New York andata e ritorno, per avere un'idea.

Il rilevamento è stato effettuato dallo State Administration of Cultural Heritage (Sach) che ha così corretto la stima che si possedeva dal 2009. Inoltre, lungo tutto il percorso, sono stati identificati qualcosa come 43.721 siti, tra opere di difesa e passaggi, tratti di mura e altre strutture e rovine immediatamente collegabili alla Grande Muraglia. Si pensi che, per contenere tutta la struttura, quest'ultima in alcuni tratti piega più di una volta su se stessa, essendo la Cina lunga 5.500 km da nord a sud.

Iniziata nel 500 a. C., l'immensa costruzione ebbe la funzione di proteggere la Cina dalle invasioni nemiche provenienti da nord. E, sin dall'inizio, la muraglia è passata di dinastie in dinastie che ne hanno curato e restaurato l'aspetto al fine di dare un'immagine potente del paese. Ma si devono alla dinastia Ming, al potere dal 1368 al 1644, la maggior parte delle strutture esistenti. Oggi, solo l'8 per cento dei 74,1 della muraglia rimane intatto e si deve alla dinastia Ming. Il resto è in cattive condizioni e, solo in alcuni tratti, permangono visibili le fondamenta.

L'Unesco, nel 1987, decretò la Grande Muraglia Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Per questo già dal 2015, il Sach ha in preventivo di stabilire delle linee guida per la protezione della struttura difensiva ed attiverà un sistema si monitoraggio per garantirne la conservazione. Infatti, molte parti delle mura sono state danneggiate dalle attività umane, dallo sviluppo delle infrastrutture e dal turismo sviluppatosi nel corso del tempo. Non sono pochi i danni recati dai visitatori che, purtroppo, molto spesso sono soliti staccare piccoli pezzi del muro da portare via come ricordo. Secondo i funzionari del dipartimento per la protezione dei beni culturali, spesso i controlli vengono fatti nei tratti più conosciuti della muraglia, mentre ce ne sono altri completamente abbandonati.

Federica Vitale

Cerca