Google ed e-GEOS: ecco l'accordo che garantisce nuovi servizi alle imprese e alla PA

immagine

Siglato un accordo tra Google e e-GEOS, la società costituita da Telespazio e dall’Agenzia Spaziale Italiana per le immagini dai satelliti. Lo ha reso noto ieri Telespazio in un comunicato stampa.

L’accordo prevede una partnership tra e-GEOS e Google in Italia per la realizzazione di progetti basati sulla tecnologia Google Earth versione Enterprise.

Quest'ultima è la versione professional del più comune Google Earth ed è utilizzato nei Sistemi Informativi Geografici (GIS) e in quelli di geolocalizzazione, rendendo possibile agli utenti dati e immagini geospaziali. Grazie alle sue funzionalità ma anche alla semplicità d'uso, e-GEOS, ha adottati questo tipo di tecnologia per legarla al proprio radar satellitare COSMOSkyMed. Dal matrimonio tra i due, dovrebbe nascere uno strumento molto potente ed innovativo.

Utilizzando la piattaforma di Google Eart Enterprise, infatti, e-GEOS potrà mettere a disposizione degli utenti il proprio patrimonio informativo geografico, ossia immagini satellitari ottiche ad altissima risoluzione, foto aeree e mappe digitali, particolarmente adattate al mercato professionale.

Soddisfazione da parte di Google, che tramite Sanjay Patel, Enterprise Geo Applications Manager EMEA, ha commentato: La partnership con e-GEOS rappresenta per noi un passo importante verso una decisa affermazione della versione aziendale della tecnologia Google Earth in Italia”. E aggiunge: "Considerando il target di mercato primario dell’offerta Google Earth Enterprise (mediograndi aziende e Pubblica Amministrazione), e-GEOS è stata la scelta naturale quale nostro partner per il lancio della nostra piattaforma in Italia, considerando le consolidate competenze e le illustri referenze che la società vanta in tali ambiti”.

Anche il Ceo di e-GEOS, Marcello Maranesi, ha mostrato il proprio compiacimento per il "matrimonio" Google ed e-GEOS: “Sono estremamente soddisfatto della sinergia tra Google ed e-GEOS nello sviluppo di soluzioni geospaziali che potranno consentire a grandi imprese, Pubblica Amministrazione e in generale a tutti gli attori che gestiscono attività e infrastrutture sul territorio, di dotarsi di uno strumento in grado di valorizzare il loro patrimonio informativo geografico, rendendolo fruibile in modo intuitivo e veloce".

Ed ecco chi saranno i primi acquirenti: Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e la Regione Molise, che utilizzeranno la nuova piattaforma per potenziare il settore turistico.

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico