Dal "nano" un’illuminazione per il pianeta

lampade_nanofibre

Siamo sempre più vicini nel risolvere il delicato problema ambientale legato al consumo dell'elettricità, grazie ad un gruppo di ricercatori dell’Istituto RTI International (North Carolina, USA). La loro scoperta si basa sull’impiego come sistemi di illuminazione di nanofibre fotoluminescenti che, non solo sono molto più efficienti dei sistemi tutt’ora disponibili, ma sono anche in grado di ridurre gli impatti ambientali.

Le nanofibre sono sistemi con diametro di molto inferiore a quello di un capello umano ma di lunghezza comparabile. La tecnologia è in grado di sviluppare un’efficienza di illuminazione più di 5 volte superiore ai sistemi oggi in commercio e non contiene mercurio, dannoso per l’ambiente.

Come afferma Lynn Davis, direttore del Nanoscale Materials Program dell’istituto, questa tecnologia apre la strada per lo sviluppo di nuovi sistemi di illuminazione allo stato solido, che si sono rivelati più economici, più efficienti e meno dannosi per l’ambiente. Inoltre, continua Davis, “la maggiore efficienza ridurrà presumibilmente l’emissione di anidride carbonica e i consumi di luce, che negli USA rappresentano un quarto di tutti i consumi di elettricità”.

L’Istituto si sta attivando per la commercializzazione del prodotto, che potrebbe essere disponibile nei prossimi 3-5 anni.

Roberta De Carolis

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico