Core2sia: l'automobile che si sdoppia

guidare Core2sia è il nome di questo futuristico concept immaginato da Hossein Ghahramani. La parola 'Core2sia' si riferisce al termine italiano 'cortesia', ovvero gentilezza, finezza, cordialità. Il numero '2' inserito nel nome ci ricorda che stiamo parlando di un veicolo che ha la capacità di dividersi in due, è cioè un oggetto con due nuclei.

Hossein ha sviluppato il progetto ispirandosi alle creature marine e alle linee architettoniche di Zaha Hadid. L’idea principale era di disegnare una family car che consistesse in due veicoli inseriti nello stesso guscio. Il guscio, quando le auto sono separate, può essere utilizzato come una cabina per il campeggio. La forma lunga e sinuosa delle due mini auto permette di muoversi agilmente nel traffico caotico, proprio come le moto che si infilano dappertutto. E tra le novità, inoltre, anche la guida-treno.

Le classiche ruote sono state sostituite da migliaia di piccole ruote sotto il veicolo. Questo nuovo sistema rende la corsa più scorrevole che mai: niente più scosse quando si prende una buca, sembra che l’auto stia volando. Eppoi il conducente non sente nulla mentre scorre nel traffico. Aprendo la portiera, i sedili si alzano, favorendo un migliore accesso nell’automobile. Mentre i passeggeri, anziché sedersi dritti, scivolano nei sedili, dando la sensazione di scivolare su di uno slittino.

Senza contare che il conducente può anche interagire con il computer di bordo e, una volta comunicata la destinazione, l’auto guiderà da sola. Chi però non volesse essere trasportato da un computer, potrà comunque guidare utilizzando due apposite maniglie.

Hossein Ghahramani ha preso il meglio dalle creature marine e dalle stupende architetture per creare un concetto così impressionante. La creatività ed il bisogno di disegnare qualcosa di nuovo hanno portato il designer ad inventare un nuovo sistema di ruote che permette all’automobile di muoversi scorrevolmente su ogni asfalto, liscio o con buche, e di fornire l’utente di una caratteristica eccezionale: la possibilità del veicolo di dividersi in due mini auto, che possono prendere direzioni diverse.

Antonino Neri

Pin It

Cerca