Tesla Model S: l'app per controllare l'auto con i Google Glass

La Tesla Model S, la quattro ruote ipertecnologica della società americana specializzata in veicoli elettrici, potrebbe essere la prima auto controllabile con i Google Glass, gli occhiali intelligenti ideati da Mountain View e da qualche mese nelle mani degli sviluppatori di software.

Uno di questi, Sahas Katta, ha infatti confezionato la prima app, battezzata GlassTesla, che unisce le caratteristiche hi-tech dei due prodotti. L'applicazione consente di controllare l'autonomia del veicolo, di aprire e chiudere le porte e il tettuccio, di conoscere da remoto la temperatura interna ed esterna all'abitacolo e regolare il climatizzatore. Ma non solo, permette anche di suonare il clacson e ottenere indicazioni stradali.

Tutto è cominciato quando Katta, che ha già il privilegio di possedere un paio di Google Glass (non ancora in commercio), ha preso in mano la Model S di un suo parente. Così, tramite un processo di reverse engineering, ha riadattato l'app che la casa automobilistica ha sviluppato per gli smartphone Android alle caratteristiche degli occhialini intelligenti.

L'applicazione, tuttavia, così come sviluppata mostra dei limiti evidenti e resta decisamente di nicchia. Basta pensare che il modello di auto scelto non è certo tra i più diffusi: in Usa, nel primo trimestre, sono infatti stati venduti solo meno di cinquemila prototipi.

Il software sviluppato da Katta, però, ha il merito di aprire (maggiormente) la strada alla prossima commercializzazione degli occhialini Google, una sorta di pc portatile appoggiato sopra il naso con un display (integrato in una delle due lenti) in grado di offrire una visione simile a quella di uno schermo HD da 25 pollici visto da una distanza di 2 metri.

Le altre caratteristiche di Glass includono una fotocamera da 5 megapixel che registra video a 720p, 12 GB di memoria, Bluetooth e Wi-Fi e una porta micro-Usb. L'audio non verrà trasmesso dai tradizionali auricolari ma attraverso ilBone Conduction Transducer, un sistema a conduzione ossea integrato nelle astine degli occhiali.

Augusto Rubei

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- I Google Glass e la privacy: il garante chiede risposte

- I Google Glass entrano in sala operatoria

Pin It

Cerca