Auto del futuro: quella alimentata a formaggio batte il record di velocita'

Auto a formaggio

Può superare i 100 Km/h l’automobile progettata da un gruppo di studenti dell’UtahState University (Usa) guidato da Lance Seefeldt. Velocità modesta? Non proprio, in quanto questo veicolo è alimentato con biodiesel derivato dai rifiuti industriali di produzione del formaggio. Oltrepassare i 100 Km/h ha significato stabilire un record su terra per un mezzo di quella categoria alimentato esclusivamente a biocarburante.

L’automobile, in particolare, ha registrato un massimo di 65,344 miglia/h, ovvero circa 104 Km/h. “Quante persone arrivano a guidare una macchina che hanno contribuito a costruire con il carburante prodotto da un microrganismo vivente?” ha commentato Michael R. Morgan, studente di biochimica che ha partecipato al progetto e ha guidato il veicolo durante la corsa.

“Questo è un vero e proprio paletto nel terreno per Utah State –ha fatto eco Seefeldt intendendo sottolineare l’importanza del risultato- L’aver stabilito il record di velocità su terra per questa classe di veicoli alimentati con biocarburante sostenibile sottolinea l’eccellente qualità della biochimica della nostra scuola e dei programmi di ingegneria, e convalida ulteriormente la tecnologia in questo importante settore.

Morgan e gli altri studenti del team di Seefeldt, in collaborazione con Bruce Bugbee, professore presso il medesimo istituto, hanno lavorato per più di un anno a perfezionare la produzione del carburante usando come piattaforme lievito e batteri.

“Lo sviluppo di un biocarburante necessario ad un’auto da corsa è stata un’impresa difficile –ha commentato Alex McCurdy, studente al terzo anno di dottorato nel laboratorio di Seefeldt- Una cosa è la produzione di una piccola quantità in laboratorio per discutere come funzionerà in teoria, un’altra ottenere una quantità perché alimenti un veicolo del genere, che tutti guardano correre”.

“È davvero un onore aiutare a fornire combustibile per un veicolo così ben progettato –ha poi aggiunto McCurdy- Entusiasti della nostra ricerca, stiamo cercando di indirizzare la gente sui biocarburanti, e credo che l’aver stabilito un record di velocità su terra dovrebbe attirare la loro attenzione”.

Il team sta portando avanti anche altri progetti sui biodiesel, e utilizza quello di soia come standard per confrontarne le prestazioni. Seefeld ha sottolineato a questo proposito che tutti i carburanti prodotti nel suo laboratorio sono rinnovabili e non generano problemi alle colture alimentari, in quanto ricavati da scarti di produzione.

Roberta De Carolis