IBM: le batterie litio-aria garantiranno 800 km di carica

battery 500

IBM, continuano i lavori sulla innovative batterie litio-aria, all'interno del Battery 500 Project. La società ha annunciato che altre due società leader del settore faranno parte del team da cui nascerà la batteria per le auto elettriche. Si tratta di Asahi Kasei e Central Glass.

Lo ha annunciato la stessa IBM in una nota. I due nuovi partner forniranno il loro contributo alla ricerca dei materiali e delle tecnologie che potrebbero rivoluzionate l'industria automobilistica. Si amplierà il campo di applicazione del progetto e, sebbene le sfide scientifiche e di ingegneria per la sua attuazione pratica sono ancora molto alte, si tenterà di trovare soluzioni differenti.

In cosa consiste il Battery 500 Project? Il progetto punta alla realizzazione di batterie iil cui funzionamento dipende dal litio e dell'aria, aumentando l'atuale durata di quelle attualmente presenti sulle auto elettriche. Finora, esse assicurano 100 miglia con una sola carica (circa 150 Km) ma IBM punta a garantire 800 km con una sola carica.

"Questi nuovi partner condividono la nostra 'vision' delle auto elettriche” che ci aiuterebbero ad essere “meno dipendenti dal petrolio", ha dichiarato Winfried Wilcke, principal investigator di IBM che ha avviato il progetto nel 2009. “La loro esperienza, le loro conoscenze e impegno per l'innovazione” secondo Wilckeci potranno aiutare a trasferire questa ricerca dal laboratorio alla strada.

Le nuove batterie litio-aria hanno una densità di energia superiore a quelle agli ioni di litio, per via dei loro catodi più leggeri e per il fatto che il loro principale "carburante" è l'ossigeno disponibile nell'atmosfera.

Tatsuya Mori, Direttore di Glass Central ha detto: "Come partner di lunga data della IBM e leader nello sviluppo di elettroliti ad alte prestazioni per batterie, siamo lieti di condividere le rispettive competenze chimiche e scientifiche in un settore così eccitante come i veicoli elettrici."

"Siamo molto concentrati su come affrontare le sfide ambientali con la tecnologia e le limitazioni per costruire un futuro migliore. Questa alleanza ci permette di esplorare un nuovo percorso per lo sviluppo di un miglioramento delle prestazioni della batteria ricaricabile, che oggi non possono essere soddisfatte con le tecnologie convenzionali" continua Tetsuro Ohta, di Asahi Kasei.

Un passo avanti verso la mobilità sostenibile.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca