Auto del futuro: misurerà il tasso alcolemico

auto salvavita

Non passa weekend purtroppo che ci abitui il lunedì successivo a fare i conti con le vittime della strada. A pagarne il costo più alto, i giovani. Guidare dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo è un grosso rischio, per sé stessi e per quanti sono in macchina con noi o per chi si trova per strada verso lo stesso destino. E molto si tenta di fare con le campagne di sensibilizzazione. Tuttavia, il soccorso degli automobilisti per così dire 'alticci' potrebbe paradossalmente essere una vettura. Occorrerà solo attendere qualche anno affinché queste macchine da fantascienza possano entrare sul mercato.

I ricercatori che lavorano con la Alliance of Automobile Manufacturers e con la National Highway Safety Administration sono all'opera per sviluppare una tecnologia che preveda sensori integrati sul cruscotto delle macchine, in grado quindi di rilevare il tasso alcolemico del conducente. In pratica, si tratterebbe di tradizionali tubi di respiro che sono già in cantiere da qualche tempo. Se questo infatti dovesse risultare troppo alto, la vettura potrebbe rifiutarsi di mettersi in moto.

"Abbiamo fatto ulteriori progressi e più rapidamente di quanto ci aspettassimo", afferma Rob Strassburger, il vicepresidente della coalizione per la sicurezza dei veicoli. Era il 2008 quando il progetto è stato avviato e già agli esordi fu definito ‘futuristico’. Ancora oggi i lavori proseguono e, secondo quanto asserisce Strassburger, occorreranno circa otto anni per essere portato a termine.

L'idea comunque ha sollevato non poche polemiche. C'è chi non accetta di utilizzare questo tipo di controllo poiché ritenuto troppo lesivo della privacy; e c'è chi ritiene che il progetto possa danneggiarlo, come i ristoratori. Ma non mancano anche quanti sostengono l'idea dell'auto salvavita poiché convinti che questa possa abbassare il numero, ancora estremamente alto, degli incidenti mortali.

La casa di produzione fa sapere che non si tratterà di includere obbligatoriamente i sistemi alcolock sulle auto del futuro. Sarebbe semplicemente un suggerimento ai singoli produttori o alle organizzazioni che sarebbero liberi, quindi, di decidere. La proposta sarebbe indirizzata alle imprese di noleggio e gestione autovetture che potrebbero implementare i propri veicoli con i sensori sul cruscotto. Una volta in macchina, i conducenti dovrebbero toccare il dispositivo e soffiarci all'interno affinché questo sia in grado valutare i criteri legali per l'affitto del veicolo.

Il sistema alcolock per il momento rimane in stato embrionale, seppur allo stesso tempo in assoluta lavorazione. Resta solo da capire quanti saranno in grado di accettare l'idea di una vettura che si rifiuti di partire se ritiene che non si è abbastanza lucidi per guidare.

Federica Vitale

Pin It

Cerca